Campofelice di Roccella, aperitivo letterario e presentazione del libro “La consapevolezza di un amore”

Condividi questo articolo



Organizzato dalle Sede locale di BCsicilia di Campofelice di Roccella, in collaborazione con Serradifalco Editore, si terrà martedì alle ore 18,00 presso Oscar Cafè, in Largo Orlando Vittorio Emanuele, 4 a Campofelice di Roccella, l’Aperitivo letterario e la presentazione del libro “La consapevolezza di un amore” di Marcello Alessandra.

Interverranno all’incontro: Michela Taravella, Sindaco di Campofelice di Roccella, Massimo La Rocca, Vicesindaco di Campofelice di Roccella, Alfonso Lo Cascio, Presidente regionale BCsicilia. Dialogherà con l’autore Anna Laurà, Presidente BCsicilia Sezione di Campofelice di Roccella.

Modera: Giovanni Curione, Segretario BCsicilia Sezione di Campofelice di Roccella. Letture a cura del Gruppo teatrale “Non siamo poetesse”.

Hanno contribuito all’iniziativa il Comune di Campofelice di Roccella, Cascino Expert, Core Riabilita e Cartoland 2.0. *Il libro.* “Ho bisogno che lei mi spieghi cos’è l’amore”, mi chiese la donna guardandomi con gli occhi lucidi e pronti al pianto, e senza nessuna esitazione rimase lì a fissarmi, quasi a chiedermi: “la prego, mi dica che cosa significa amare, ho bisogno di capire”.

Una trama intensa, ritmata, inizia a dipanarsi da questo momento. Un incontro terapeutico diventa proscenio per narrare il sentimento più antico, quanto misterioso, che si aprirà di seguito a scenari, dove il limen tra reale e onirico è talmente sottile da mescolarsi l’uno dentro l’altro.

All’uscita di un teatro gli sguardi di un uomo e di una donna si sfiorano in maniera fortuita, si annusano, si riconoscono in una dimensione d’oggi che appare in realtà loro atemporale. Come se tutto fosse sempre stato, come se un sentimento e un sentire antico si fosse ripresentato per completare adesso il tuo percorso. “Fu proprio una questione di secondi: entrambi si girarono inspiegabilmente nello stesso preciso istante, si guardarono e lì scatto tutto, accadde qualcosa che le parole non sono in grado di spiegare, una vera magia, un tocco di bacchetta magica che diede inizio alla favola”.

Il vero protagonista rimane comunque l’amore a cui i due “folli amanti” non possono che cedere. Loro due non hanno un nome, non hanno fattezze specifiche, colori, odori, sapori. L’autore – psichiatra nella realtà e nel testo – ne scandaglia la psiche, li attorciglia ad un sentimento viscerale, li fa perdere in luoghi profumati, li fa abbandonare in lunghi sguardi, li fa amare carnalmente anche soltanto con uno sfioramento.

Divenendo voce fuori campo di questa vicenda dell’animo scandisce il ritmo facendo rivivere alla paziente il susseguirsi degli incontri fra i due innamorati. Ogni tanto appaiono cenni temporali, nei cammei del setting e della paziente, che con le sue emozioni e con le sue trepidanti domande rende possibile il proseguimento della storia.

Una storia dove le vere vicende sono quelle dell’anima, dove i contesti creati sono cornici della complessità della mente, dove gli intermezzi di poesia sono scelta voluta per dare più ampio respiro, dove i silenzi e i sospiri hanno una forza intrinseca maggiore delle parole stesse. Lo scoprirsi lentamente dei due diviene possibilità per il lettore di guardarsi dentro, in un ritrovamento del cuore che, a differenza della ragione, non è fallace, non mente.

La difficoltà di vivere un sentimento, la presa di consapevolezza, i desideri condivisi, suscitano una contemplazione e una sublimazione dell’amore stesso.

Quella lucida follia vestirà gli abiti del possibile, del desiderio realizzabile, in un finale che regala un sussulto dei sensi e che lascia il dubbio che tutto questo sia mai davvero esistito.

L’autore

Marcello Alessandra è nato a Palermo nel 1968. Medico psichiatra, socio fondatore e presidente dell’Associazione Onlus StupendaMente, già responsabile scientifico e relatore in numerosi congressi di psichiatria, è attualmente dirigente del Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura dell’ASP 6 di Palermo. Ha scritto la sceneggiatura per lo spettacolo teatrale tratto dal libro “La ballerina, la principessa e…” (Teatro Biondo, Stabile di Palermo). Autore della trasposizione teatrale “I dieci passi…a proposito di mafia” (Teatro Biondo, Stabile di Palermo), e del testo teatrale “Siamo a mare – parole e musica” (Real Teatro Santa Cecilia di Palermo). Dello stesso autore con Dario Flaccovio Editore: “La vita sempre”, 2007; “Lasciami andare, 2008; “La ballerina, la principessa e…, 2010; L’uomo che voleva fermare il vento con le mani, 2012. Con Torri del vento: “Piacere Bianca”, giugno 2017.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *