Palermo, arrestato il pusher dei vip



Il primo arresto era avvenuto nel 2010, ma a distanza di nove anni il pusher dei vip è tornato a spacciare, stavolta aiutato anche dal figlio venticinquenne, anch’esso arrestato.

Giuseppe Mellina, 52 anni, è definito il “pusher dei vip” per il suo giro di clienti, principalmente composto da vip e palermitani facoltosi. Insomma, consumatori che non si recherebbero mai in piazza per comprare, ma che preferivano effettuare il loro acquisto nell’ombra, magari con consegna a domicilio.
Un lavoro nel quale Mellina ha coinvolto anche il figlio Francesco, che si sarebbe occupato prettamente delle consegne.

A scoprire il giro di business creato dal pusher dei vip sono stati gli agenti di polizia, che lo scorso giugno hanno aperto un indagine a riguardo.

” Vieni subito, ne ho bisogno” scriveva una cliente al pusher senza usare alcun codice.  Mellina, quindi, si precipitava, consegnava la coca e in qualche caso si fermava per la serata. Quando era fuori città nei frequenti viaggi a Napoli la gestione dello spaccio a domicilio passava al figlio, anche lui finito in carcere.

Una ventina i clienti, tutti consumatori abituali di coca per almeno 200 euro a testa a settimana.
Pusher e clienti utilizzavano messaggi in codice identici a quelli scoperti nell’indagine del 2010. Termini che Mellina conosceva alla perfezione e che non hanno lasciato dubbi agli investigatori.

Padre e figlio sono finiti in carcere in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal gip di Palermo su richiesta del sostituto procuratore Giorgia Spiri.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.