Il cerdese Totò Riolo trionfa al Tindari Rally

Condividi questo articolo






Trionfa ancora il cerdese-termitano Totò Riolo che, in coppia con Marin, sulla Skoda Fabia R5 della Pool Racing, ha vinto il Tindari Rally e  per la quarta volta in 5 edizioni. Una gara difficile per il pilota di Cerda che si è conclusa con un ennesimo trionfo.

Sabato sera il debutto con la doppia prova di Gioiosa. Il primo passaggio viene vinto dal giovane Alessio Profeta, alle note Raccuia, il siciliano anticipa Casella, Pollara, Lo Cascio e Riolo tutti sulle Skoda Fabia R5. Il secondo passaggio è annullato, per motivi di sicurezza, e la classifica verrà mossa solo Domenica.

Si parte dalla ps 3 “Moreri” dove Alessandro Casella e David Arlotta, alla loro seconda gara sulla Fabia R5, riescono a vincere il tratto cronometrato e portarsi al comando della classifica assoluta davanti a Marco Pollara.

La prova di San Pietro Patti diventa decisiva per gli inseguitori. Toto’ Riolo precede Alessandro Casella, Pollara solo 6° mentre Profeta fa segnare la 23° posizione perdendo 1′ e Lo Cascio lascia sulla prova 1’40” piazzandosi al 54° posto, per entrambi addio sogni di vittoria. La gara vede la lotta per la vittoria ridotta a tre equipaggi con Casella davanti a tutti, Riolo con soli 8″2 da recuperare e Pollara attardato di 24″1.

Si ripete la prova di “Moreri” dove vince Marco Pollara con Siragusano, non cambiano le posizioni di vertice ma da segnalare le rimonte di Profeta, 4° e Lo Cascio 6°.

Si torna sulla San Pietro Patti, ancora una volta decisiva. Si ritira la Skoda Fabia di Casella e, contemporaneamente, Riolo vince la prova e passa al comando della classifica assoluta. Pollara resiste a 21″ ma per lui i sogni di vittoria sembrano non potersi esaudire, Profeta sale virtualmente sul podio e Lo Cascio recupera la 5° posizione e mancano due prove al termine della gara.

Il terzo ed ultimo giro sulle prove di Moreri e San Pietro Patti, vedono l’affermazione di Lo Cascio-Castelli. Salvatore, al debutto in R5 ha dimostrato grandi potenzialità e spirito d’adattamento, alla sua prima gara ha messo in difficoltà piloti ben più esperti.

Totò Riolo, dopo una fase iniziale difficile, gestisce il finale andando a cogliere una vittoria prestigiosa, per la qualità dei piloti locali partecipanti, Marco Pollara chiude al secondo posto con 14″8 davanti ad Alessio Profeta e Salvatore Lo Cascio. Al 5° posto chiudono Galipò-Pitaudi con 5 vetture Skoda Fabia R5 nella gara di Tindari. Lombardo-Giovenale, fermano il monopolio del marchio ceco portando la Peugeot 207 S2000 in 6° posizione e nella vittoria di classe.

Con il terzo posto ottenuto Alessio Profeta e Sergio Raccuia vincono il trofeo Rally Sicilia.

Il video

Fonte qui









Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *