Casa d’appuntamenti con minori in provincia di Palermo: si va verso il processo




Concluse le indagini che hanno portato alla scoperta di una casa di appuntamenti con minori, nell’ambito dell’operazione dello scorso settembre nella zona di Partinico

É stata notificata la chiusura delle indagini ai sei indagati dalla Procura.

Adesso si attende la data dell’udienza preliminare per stabilire se rinviare a giudizio gli indagati.

Prostituzione minorile e atti sessuali con minore. Sono le accuse mosse dalla Procura di Palermo che ha delegato ai carabinieri una serie di indagini in un contesto da chiarire. I carabinieri della compagnia di Partinico hanno, così, eseguito un’ordinanza cautelare nei confronti di 6 indagati. Originariamente 2 i destinatari della custodia cautelare in carcere, 2 degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico e 2 dell’obbligo di dimora nel comune di residenza. Per tutti le accuse a vario titolo sono di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione nonché di atti sessuali con minore. Le misure cautelari eseguite tra le province di Palermo e Agrigento.

L’indagine è scattata nell’agosto 2021 e condotta fino al febbraio di quest’anno con l’ausilio di intercettazioni telefoniche. In questo modo i militari dell’arma, coordinati dalla Procura, hanno documentato come una ragazza minorenne fosse stata indotta dalla madre e dalla sorella ad avere rapporti sessuali, a pagamento. Ad emergere quindi la creazione di una casa di appuntamenti alimentata proprio dalle due donne. Quest’ultime, inoltre, avrebbero avuto l’appoggio di un loro familiare e di coloro che, dopo aver consumato atti sessuali con le donne, si sarebbero adoperati per organizzare incontri e procacciare loro ulteriori “clienti”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!