Polizzi Generosa: passeggiate tra itinerari di gusto nel cuore del centro storico VIDEO




Una passeggiata tra i vicoli caratteristici di Polizzi ci porta a scoprire “U Bagghiu” che sorge in un’ala del Palazzo Notarbartolo del XVII sececolo, costruito nella Piazza d’Armi del vecchio Castello del paese di Polizzi Generosa.

Un locale che conserva oggetti del passato in un ambiente che profuma già d’antico così come i piatti preparati che ricordano ed evocano quei banchetti di una volta dove i volti di un passato che mai di dimentica ancora suggestiona e trasporta indietro nel tempo a volte malinconicamente. Oggi si rivive ciò, si riscopre e il cibo, accompagna nell’assecondare un senso di ritrovata appartenenza.

Per i piatti preparati si scelgono ingredienti legati alla stagionalità con cui insaporire ricette tradizionali quali funghi, asparagi, zucca, i noti fagioli badda, tipici di Polizz , carni a km 0 al 90%, salumi, formaggi locali e tanto altro.

Tipici: il sugo di castrato con fagioli verdi o quello con ragù di cinghiale che insaporiscono i primi piatti, oppure, lo stinco di maiale cotto al forno a bassa temperatura e a cottura lenta o la tagliata con rucola e funghi, fra le seconde portate più ambite o ancora, le zuppe della casa. Poi, molto altro ancora che conserva sapori semplici e genuini nel loro naturale gusto.

IMG_20230117_125323

Immagine 1 di 19

Tra i dolci, varie le delizie dolciarie, alcune anche al cucchiaio.

Da provare sicuramente I Raviolini dolci con ricotta e pere Williams caramellate serviti caldi, spolverati  con cannella e addolciti con miele oppure il altrettanto buoni, il Parfait di mandorle D’Avola e gli immancabili Cannolicchi con crema di ricotta madonita guarniti con granella di pistacchio o per chi preferisce ritrovare la merenda tipica ” della nonna”, potrebbe anche provare i Quadrotti di mele cotogne e cannella. Poi, ovviamente, a Polizzi non può mancare lo Sfoglio della casa che va assolutamente gustato.

Santina e Andrea, sanno come coccolare al meglio i loro clienti facendo trovare un clima di accoglienza e gentilezza in un ambiente d’eccezione che fa davvero sentire a casa. L’ospitalità fa parte del clima che si respira in tutto il contesto del paese ma anche nelle altre Madonie. 

Visitare luoghi ancora conservati in parte nella loro interezza architettonica d’un tempo fa conoscere il mondo di vivere degli antenati e diventa un viaggio nel viaggio tornando indietro nel tempo tra gastronomia, gusto e piacevolezza che accarezza i sensi, stacca dal presente e mette di buon umore rigenerando, portando freschezza tra i pensieri, coccole di sorrisi con cui “ricaricarsi” e tornare a casa con qualche immagine in più nel proprio bagaglio.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!