Big reunion di artisti madoniti alla serata di beneficenza a Polizzi: raccolti oltre 200mila euro per Aurora

Big reunion di artisti a Polizzi Generosa per il Concerto di Beneficenza dedicato ad Aurora.

Condividi questo articolo




Big reunion di artisti a Polizzi Generosa per la serata di Beneficenza dedicato ad Aurora

La consulta giovanile, in collaborazione con l’associazione Scrusciu e la Parrocchia di Polizzi Generosa, è stata capace di organizzare una magica serata che ha fatto sentire unite persone, realtà, famiglie per un’unica causa, venire in aiuto, incontro a chi ha avuto bisogno di collaborazione. Una solidarietà che è stata davvero tanta. Si sono spesi tutti, dai privati, associazioni negozi, di ogni paese e contesto. Sembrava all’inizio un’impresa quasi impossibile a mamma Rossella che non si è mai sentita sola avendo da subito ricevuto tanto calore e sostegno. Un primo traguardo importante ora finalmente è stato raggiunto.

La somma di euro 200.000 per le cure all’estero di Aurora, sono stati ottenuti con sorpresa in davvero poco tempo. A questi, come ha fatto sapere durante la serata, il presidente della consulta giovanile di Polizzi Generosa, Daniele Russo, grazie al supporto di altre consulte giovanili dei paesi madoniti, si è raggiunta un’ulteriore cifra di euro 505,00.

IMG_20230103_220227

Immagine 1 di 14

Come diceva Bartolo, il custode di Largo Ponte, “Aurora è stata capace di creare una favola, quella in cui tanti sono stati i protagonisti”. Don Domenico Sausa sottolineava che la più bella favola è la vita stessa ed è per questa che tanti hanno lottato. Affinché Aurora possa riavere la sua a in mano serena e felice come tanti altri bambini. Nella Sala Parrocchiale, tanti artisti hanno avuto modo di lasciare dei messaggi e far dono della loro arte.

Presente anche il sindaco di Petralia Sottana,Pietro Polito in veste di cantante che ha davvero entusiasmato tanto con la sua bellissima espressione vocalica. “Avevo  appeso l’ugola alla parete da quanto  sono diventato sindaco, ma  ora l’ho ripresa in occasione di questa serata”. – è così che si presenta ironicamente il novello sindaco petralese. Pietro Polito, ha duettato con Filippo Paternò alla chitarra canzoni siciliane popolari.

I due hanno cantato la canzone in vernacolo alla Madonna, (Maria quannu s’Avia a vatttiari”), alludendo al momento in cui le si doveva dare un nome e le fu scelto Maria, “fonte di grazia”. Sempre Filippo Paternò, canterà poi una Filastrocca che fa riferimento al numero 7, che è un numero pure sacro.

13 gli artisti che sono stati coinvolti tra cui Moffo Schimmenti e le libere corde, Erina Lo Verde, Daniele Pagano, il coro Joyful Gospel di Gangi dove Paola Milio e Alessio Fazio hanno avuto parti da solisti entusiasmando i presenti con le loro interpretazioni, Gloria Liarda con la sua chitarra,  Francesca Marino che ha guidato il suo coro e tanti altri che con canti popolari siciliani e popolari hanno portato gioia e dato il meglio con le loro interpretazioni accendendo ancora più fermento nel ritrovare gusto e riscoperta della sicilianità musicale.  Testi ben scelti infatti che incarnano il sangue e l’identità siciliana. Sarebbero dovuti essere anche 15 le grandi personalità locali coinvolte ma alcuni hanno purtroppo dovuto declinare l’invito per alcuni impegni. Anche noi, di Himeralive, abbiamo dato un contributo esprimendoci in termini di solidarietà con dei testi poetici che hanno avuto per tema, la speranza

Riportiamo la scaletta con i nomi degli artisti presenti:

1. Joyful Song – coro gospel diretto da Alessandro Vaccaro
2. Filippo Paternò
3. Piero Polito
4. Poesie Curatolo lette da Maria Gugliuzza
5. Daniele Pagano
6. Troppu Very Well
7. Sestetto diretto da Francesca Martino
8. Matilde La Placa
9.Gloria Liarda e Sergio Lo Verde
10. Poesie Curatolo lette da Maria Gugliuzza
11. Erina
12. Poesie Curatolo lette da Maria Gugliuzza
13. Libere Corde

Quando ha cantato Erina Lo Verde,” La cura” di Franco Battiato, ha dato davvero l’idea di sembrare che interpretasse il ruolo della fata che nella favola di Aurora, attraverso le sue parole, compisse quella magia capace di realizzare un così grande desiderio facendolo diventare realtà. Ovvero quello di farla guarire. 

Sì, perché per chi non lo sapesse, Largo Ponte, ha raccolto in un libro dedicato ad Aurora, i contributi di coloro che le sono stati vicini. Lei, è la principessa di tutti quelli che le vogliono bene ed i protagonisti di questo racconto che nel mondo di Aurora sono i suoi aiutanti, e come in una fiaba, sono stati uniti in più ruoli, per lei, per aiutarla a riuscire a vincere tutti gli ostacoli ed avversità della vita che le si sono presentati e riportarle il sorriso con le loro capacità. 

All’interno di quella sala si è davvero creato qualcosa di straordinario realizzato grazie al lavoro ed all’impegno della Consulta giovanile di Polizzi Generosa. Prezioso il contributo di Giovanni Dinolfo per aver messo a disposizione e gratuitamente il suo service.

Si è potuto assistere a delle esibizioni davvero eccezionali dove emozioni, musica, arte, talento hanno davvero fatto dell’ incredibile. È stata la dimostrazione che è sulle Madonie ci sono davvero delle grandi personalità con dei doni davvero prodigiosi che al momento opportuno sanno anche prestarsi a più contesti donandosi con tanto amore verso l’altro.

Aurora ha guardato ognuno di questi volti tutti uniti attorno a lei e sicuramente sarà stata grata e felice per tutto quello che è ha ricevuto finora, i suoi sorrisi lo confermano, i suoi occhi esprimono amore per aver visto il cuore della gente aperto per lei. Ringraziano infatti i genitori Rossella e Antonino sul palco tutta la platea per il sostegno immenso ricevuto in questi mesi invitando ancora a stare ancora vicino la loro famiglia con la preghiera perché il loro cammino è ancora tanto lungo.

Nella stanza, un albero di Natale riccamente addobbato ed accanto, un Presepe in ceramica che si lascia notare, sul quale porre uno sguardo benevolo a cui chiedere ancora una volta, compassione e tenerezza  per l’innocenza di tutti i bambini affinché questo miracolo tante volte chiesto  da tutta la comunità avvenga presto, perché  se è uno a crederci, è bello come aveva appunto sottolineato Moffo Schimmenti sul palco, al termine della sua esibizione canora, ma se ci credono tutti allora il miracolo si potrebbe anche avverare.  

Video:

 

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it






Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!