Operaio travolto da un’inferriata in provincia di Palermo: è in prognosi riservata

Ancora incidenti sul lavoro a Palermo.

Condividi questo articolo




Un operaio di 45 anni di Carini è finito in ospedale, trasportato dai sanitari del 118 all’ospedale Villa Sofia di Palermo.

L’uomo stava lavorando alla realizzazione di un centro commerciale Lidl in via Rosario Nicoletti.

Mentre lavorava in cantiere un’inferriata gli è finita addosso.

L’operaio ha riportato diverse fratture, la prognosi è riservata.

Sono intervenuti i carabinieri e i tecnici della prevenzione e sicurezza dello Spresal dell’Asp di Palermo per verificare le misure di sicurezza nel cantiere.

“I dati rilevati nell’Isola al 31 ottobre registrano un aumento di circa il 47% (da 19.264 del 2021 a 28.277 del 2022); anche gli infortuni itinere, occorsi cioè nel tragitto di andata e ritorno tra l’abitazione e il posto di lavoro, hanno fatto registrare un aumento del 15,5%, da 2.637 a 3.045”. Sono i dati presentati oggi alla sala Mattarella all’assemblea regionale siciliana dal direttore dell’Inail Sicilia Carlo Biasco.

Il numero degli infortuni sul lavoro denunciati nell’Isola ha segnato un + 50% nella gestione industria e servizi (dai 15.188 casi del 2021 ai 22.779 del 2022), un -6,9% in agricoltura (da 1.484 a 1.382) e un + 58,8% nella gestione per conto dello Stato (da 2.592 a 4.116). Osserviamo incrementi generalizzati degli infortuni in occasione di lavoro in quasi tutti i settori produttivi, in particolare nella sanità e assistenza sociale (+ 75,7%), nel trasporto e magazzinaggio (+ 279%) e nelle costruzioni (+ 43,3%).

Nell’ordine, le tre province che hanno segnato il maggior andamento infortunistico sono Palermo, con n. 6.790 denunce (il 24% del totale regionale), Catania con n. 6.531 denunce (23% del totale regionale) e Messina con n. 5.057 denunce (17,9% del totale regionale).

Le denunce di infortunio sul lavoro con esito mortale presentate all’Istituto in Sicilia entro lo scorso mese di ottobre, sono state 52.

Rispetto al periodo gennaio-ottobre 2021 (51 decessi) si registra un caso in più; il triste primato spetta alla provincia di Catania con n. 18 denunce, seguono Palermo con n. 11 denunce e Trapani con n. 6 denunce.

A livello provinciale, Palermo è la provincia che ha registrato il maggior numero di denunce di malattia professionale (n. 189, il 17,3% del totale regionale), seguono Messina con n. 178 denunce (16,3% del totale regionale) e Catania con n. 145 denunce (13,3% del totale regionale).

Fonte Blog Sicilia


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!