In dieci pestano a sangue un ragazzo in piazza: il padre di lei non accettava la sua relazione




Una storia che sembra tratta dal romanzo “Romeo e Giulietta” quella avvenuta in provincia di Catania.

A Biancavilla, sono state denunciate dieci persone per rissa aggravata, minacce e lesioni personali.

A far scattare la scintilla è stata la relazione tra una ragazza albanese ed un ragazzo marocchino.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti e dalla visione delle immagini di videosorveglianza, emergerebbe che la lite sarebbe iniziata dopo l’ennesima uscita dei due giovani, la famiglia della ragazza non accettava la sua relazione.

Mentre i due fidanzati stavano tranquillamente passeggiando hanno visto avvicinarsi dei parenti di lei che, senza pensarci due volte, hanno subito iniziato ad insultarli.

La ragazza si sarebbe avvicinata per farli smettere ma è stata aggredita.

Il ragazzo è stato preso subito a schiaffi e, per difendersi dall’aggressione, avrebbe preso un palo di ghisa trovato per strada.

I familiari della giovane avrebbero sferrato dei calci al fidanzato, fortunatamente è riuscito a scappare da quell’inferno.

Le vittime hanno riportato ferite guaribili in 4-8 giorni.

Gli zii della giovane hanno riportato ferite guaribili in 8 giorni.

 

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!