Non si è fatto altro che cercare di esaminare la psicologia contorta di Salvatore Patinella, assassino della compagna Giovanna Bonsignore che l’avrebbe uccisa con un bisturi e, con lo stesso, si sarebbe tolto la vita anche lui. Non aveva accettato la rottura del loro rapporto.

La lunga lettera che Salvo Patinella ha lasciato prima di uccidere la compagna, Giovanna Bonsignore, e togliersi la vita: “Ho fatto tutti i sacrifici possibili ma solo all’idea di avervi perso soffrivo maledettamente”. Il rammarico dell’amico che ha allertato i carabinieri: “Purtroppo non ho fatto in tempo”.
In tanti sono rimasti scossi della terribile vicenda, soprattutto increduli del gesto inumano.
Conoscenti ed ex compagni di scuola: “Non lo avrei mai detto, esternava grande dolcezza” racconta proprio un’ex compagna di scuola. Si dice che prima di quest’ultima relazione l’omicida suicida ne avesse vissuta un’altra di forte delusione.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!