Via Collesano di Polizzi: nessun problema verifica periodica di monitoraggio

Strada SS 643 tratto della frana di via Collesano. Nessun problema alla verifica periodica di monitoraggio. Evitare procurati allarmi.

Condividi questo articolo




Strada SS 643 tratto della frana di via Collesano. Nessun problema alla verifica periodica di monitoraggio. Evitare procurati allarmi.

Informa il sindaco che alla  verifica periodica sulla strada precedentemente interessata da frana, non ci sono pericoli. 

“Da qualche giorno i social, ad opera di diversi soggetti, diffondono le foto ritraenti le crepe verificatisi nel getto di calcestruzzo ai piedi del tratto di strada SS 643 oggetto della frana, realizzato su committenza del Dipartimento Regionale di Protezione Civile.

Indotti da tale evidenza, ognuno propina libere opinioni ingenerando commenti incontrollati.

Dato che tali post fomentano preoccupazione e malessere sociale oltre che possono generare un procurato allarme, la Pubblica Amministrazione, nell’interesse di tutti, ha il dovere di sgomberare il campo da ogni illazione, correttamente informando la cittadinanza.

In coerenza con quanto disposto con l’Ordinanza Sindacale n. 98 del 28.10 2022 con la quale si è revocata parzialmente la precedente Ordinanza n. 6/22 facendo rientrare a casa i relativi nuclei famigliari nei numeri civici dal n. 19 al n 21, a seguito di ulteriore disposizione, il responsabile della IV Area Tecnica ha effettuato nel tempo appositi sopralluoghi per verificare lo stato dei luoghi per quanto di competenza del Comune.

All’esito delle verifiche di monitoraggio del 24 novembre e del 13 dicembre su tutti i fessurimetri apposti su tutti gli immobili, non è stato rilevato alcuno spostamento considerevole rispetto alle letture precedentemente relazionate, confermandosi, quindi, la staticità della situazione.

In ordine alle lesioni sulla rampa in calcestruzzo, già presenti all’evidenza dell’Ufficio, è stata data comunicazione ai responsabili dell’Anas per le vie brevi, in data 27.10.2022 e ancora nel corso del sopralluogo del 13 dicembre u.s. i quali, a seguito delle verifiche sul monitoraggio di loro competenza, hanno ulteriormente confermato, per le stesse vie, che i diagrammi dello strumento non hanno evidenziato alcuno spostamento né dei fabbricati, né del muro e neanche dei new jersey posti sulla strada.

Dai dati rilevati e dalle informazioni assunte non c’è motivo, quindi, per ritenere ad oggi non stabile lo stato dei luoghi.

Quel che emerge all’evidenza è solo una fessurazione nel piano di gettito del calcestruzzo il quale non ha alcuna valenza strutturale, dato che i suoi movimenti non influenzano la stabilità della sede stradale.

Tuttavia, agendo sempre con il primario obiettivo di garantire l’incolumità delle persone e della sicurezza pubblica, è stata comunque cura del Comune comunicare ufficialmente agli Enti preposti, Dipartimento Regionale di Protezione Civile e ANAS, quanto già a loro conoscenza per valutare come intervenire in esito alle lesioni della rampa in cls.

Per rassicurare tutta la cittadinanza, si ribadisce che il sistema di monitoraggio adottato dall’ANAS prima di riaprire la strada consente all’istante di riscontrare ogni minimo movimento sull’asse della strada che comporti pregiudizio alla sua stabilità e, qualora si riscontrasse, di chiudere all’istante il tratto di strada attivando tutte le misure di sicurezza idonee per la sicurezza delle persone e delle cose.

Ad oggi non si registrano tali condizioni.

Con questa informazione si spera di tranquillizzare tutti, confermando ancora una volta l’attiva vigilanza del Comune nel monitorare costantemente e con dovizia, per quanto di sua competenza, il quadro evolutivo dell’evento franoso del 24 gennaio scorso.

Si invitano tutti i cittadini ad adottare comportamenti virtuosi di corretto dialogo con la Pubblica Amministrazione, come pure è avvenuto da parte di alcuni fino a stamattina, segnalando tempestivamente circostanze che si reputano debbano essere verificate e valutate e di rifuggire, invece, dall’uso sconsiderato dei social che, in queste circostanze, ingenerano solo ansia sociale e procurato allarme”.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!