Montemaggiore Belsito: Giuseppe Lucca, il suo liquore “Futtittinni” e la produzione agricola

Giuseppe Mesi

Condividi questo articolo




La straordinaria volontà e creatività del giovane Giuseppe Lucca, montemaggiorese doc, che con motivato spirito d’imprenditoria e un amore smisurato per la campagna ereditato dalla famiglia, ha rinnovato nella coltivazione un terreno in contrada “Vacco” , già fertile e pieno di alberi esistenti di ulivo e un articolato mandorleto. 

Con fervida speranza è riuscito ad avviare nella produzione: fantastici e colorati frutti come il ficodindia, la deliziosa mandorla di due tipi: la classica Pizzuta, rigorosamente montemaggiorese, e la Laurane, quest’ultima di origine non italiana, ma ben riuscita, molto più dolce e, quindi, idonea alla trasformazione in crema di liquore.

IMG-20221205-WA0081

Immagine 1 di 15

Il fiore all’occhiello dell’azienda Lucca è la nuova creazione di un amaro doc che Giuseppe, con attenzione e ricercatezza, ha raccolto direttamente nella sua terra, alcune erbe benefiche e aromatiche, già esistenti trasformandole con l’aiuto di alcuni studi, in un prelibato amaro, dal nome: “Futtitinni” che in poco tempo già ha riscosso grande successo.

Lucca coltiva e cura i suoi terreni con attrezzature moderne, nel rispetto delle regole, affinché tutto sia perfetto nella lavorazione: dal terreno ai frutti, dall’imbottigliamento all’etichettatura, per dare un altissimo livello di ciò che con tanto amore e spirito di sacrificio realizza.

Giuseppe Lucca ama molto far conoscere la qualità e la genuinità delle sue creazioni e trasformazioni: dai frutti che lui stesso coltiva all’altissima qualità dei suoi liquori, attraverso il contatto diretto tra coltivatore e consumatore, tramite le diverse sagre a cui vuol essere presente per potere dare al cliente tutta la qualità di ciò che propone, con tanta serietà nel suo lavoro, perché dietro la qualità e il successo c’è sempre una grande passione ed un entusiasmante amore per il proprio lavoro.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!