Premio letterario Nadia Toffa: la scrittrice Manuela A. De Quarta tra i 20 finalisti




La scrittrice siciliana Manuela A.De Quarto è risultata finalista al premio letterario e giornalistico Nadia Toffa, con il suo romanzo “Come treni alla stazione”, edito dalla casa editrice torinese Land Editore.

Il libro, già presentato nel programma televisivo Ali di Libri condotto dalla giornalista Alice Didone, concorrerà insieme ad altri diciannove testi (su oltre 190 proposte) per il primo premio nella sezione dedicata alla narrativa. Grande soddisfazione per l’autrice catanese, che parteciperà alla cerimonia di premiazione a Palermo, prevista per Sabato 3 Dicembre.

Saranno presenti alla cerimonia anche i familiari della compianta Nadia Toffa, nonché i suoi amici e colleghi di lavoro.

Qui il link al programma completo della cerimonia: 

https://www.inchiestasicilia.com/2022/12/01/premio-letterario-giornalistico-nadia-toffa-i-vincitori

Il libro

Nel marzo del 1978, il più caldo mai registrato in Sicilia, la piccola Titì viene scelta per interpretare la Vergine Maria nella processione del paese in occasione della festa di San Giuseppe. Casteddu è un posto dove è facile entrare… ma non altrettanto facile è andarsene: troppi segreti circondano quel luogo colmo di fantasmi, di verità non dette, di personaggi bizzarri e misteriosi. La celebrazione della festa di San Giuseppe e la preparazione per il difficile ruolo che Titì dovrà interpretare saranno l’occasione per scoprire alcuni di quei segreti, per intraprendere un viaggio verso verità scomode e troppo a lungo taciute.

“Guardala bene,” disse “è l’immagine della purezza”

I personaggi che l’accompagneranno nel suo viaggio, nel bene e nel male, riveleranno il volto di una Sicilia al tempo stesso splendida e crudele.

“Perché siamo tutti come treni alla stazione: pronti a partire verso la verità, ma spaventati nel lasciare le nostre comode bugie.”

L’autrice

Classe 1984, Manuela De Quarto considera il suo padre spirituale Giovanni Verga e come lui è nata e cresciuta in una Catania tinta di nero come la pietra lavica e di blu come il mar Jonio. Organizza corsi di narrazione, cinema e psico-narrazione nella sua città. Da ottobre 2021 è il direttore didattico e docente di teoria e tecnica della narrazione della prima Scuola di Scrittura e Storytelling di Catania, made in Viagrande Studios.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it






Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!