Bambino sbranato da un coccodrillo: i resti dentro lo stomaco del rettile FOTO

Notizie di cronaca dal Mondo

Condividi questo articolo




Una vera tragedia quella avvenuta in Costa Rica (America Centrale).

Un bambino di 8 anni è stato aggredito e sbranato da un coccodrillo mentre giocava tranquillamente sulla riva del fiume.

La terribile vicenda è accaduta lo scorso mese.

Alcuni residenti del villaggio dove viveva il bambino, lo scorso sabato hanno ucciso un coccodrillo nella stessa zona dove era avvenuta l’aggressione, scoprendo con orrore che in pancia aveva dei resti umani.

Resti che dovranno essere esaminati da chi di competenza, ma con ogni probabilità sono della giovane vittima.

L’orribile scena si è consumata davanti a gli occhi attoniti e impietriti della madre e del fratellino che non hanno potuto fare niente per salvarlo.

Ucciso-dal-rettile

Immagine 1 di 4

Il bambino si trovava insieme ai suoi familiari, quando improvvisamente il coccodrillo è uscito dal fiume lo ha morso e trascinato in acqua.

La madre del piccolo ha cercato di seguire il rettile, ma è stata afferrata ad una gamba, fortunatamente nulla di irreparabile.

 Le autorità avevano avviato le ricerche del rettile, ma sono state sospese appena due giorni dopo l’aggressione

Presi dalla disperazione, i familiari del piccolo avevano lanciato un appello affinché qualora fosse stato trovato, il rettile venisse ucciso, per poter restituire alla famiglia quello che rimaneva del corpo del bambino.

Nonostante il no delle autorità sull’uccisone di una specie protetta, alcuni residenti del villaggio hanno ucciso il coccodrillo squartandogli la pancia e trovando al suo interno resti umani, che verranno analizzati in laboratorio per stabilire se si tratti della vittima.

  


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it






Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!