Cerda dice no alla violenza contro le donne e con l’associazione Fables ricorda Roberta Siragusa e tutte le vittime di femminicidio




In una emozionata e commossa Piazza La Mantia si è svolta la manifestazione a cura dell’associazione Fables, con il patrocinio del comune di Cerda ,in ricordo di tutte le vittime del femminicidio ed in particolare di Roberta Siragusa cui è dedicata la giornata di oggi. Presenti varie associazioni di Cerda che hanno dato il loro saluto.

Forte il monito del Sindaco di Cerda, l’ Onorevole Salvatore Geraci, il quale ha ribadito che dobbiamo tutti impegnarci ad una educazione alle emozioni ed ai sentimenti affinché la parola violenza possa essere cancellata per sempre.

Dire basta alla violenza e rompere il silenzio sui maltrattamenti, fisici e morali, che molte donne nel mondo devono subire ogni giorno. La violenza non solo colpisce le donne ma indebolisce i pilastri della civiltà e della società intera.

E’ necessario agire a livello sia politico che educativo per combattere gli stereotipi sessisti e i clichés che affondano le radici in una visione distorta della figura della donna.
Per tale motivo è necessario educare, educare alla parità, educare al rispetto, educare all’equilibrato rapporto tra esseri umani.

Il parroco Don Domenico Bartolone ha emozionato con il ricordo del tragico omicidio di Roberta Siragusa ed ha invitato tutti affinchè si possa dire sempre no alla violenza, cambiando rotta alla spirale di vilenza cui è caduta la società odierna, rispettando il dono della vita e ricordando che ciascuno è dono per altro.

Il ViceComandante della Stazione dei Carabineri di Cerda ha sottolineato come grazie agli interventi legislativi degli ultimi anni ,in particolare grazie al Codice Rosso, sono state inasprite le pene, potenziate le figure dedicate alla lotta contro la violenza di genere ed è stata offerta una maggiore tutela alle vittime di violenza. Ha ricordato, inoltre, che le Istituzioni tutte, l’Arma dei Carabinieri sono vicine alle vittime sempre.

Il presidente di Fables,il professore Cruciano Runfola, ed i diversi associati di Cerda, Aliminusa e Montemaggiore, hanno ricordato le vittime di violenza, fornendo un contributo letterario e la lettura di vari testi, coinvolgendo anche tanti ragazzi della comunità di Cerda, ponendo un’installazione artistica a forma di cuore, formata da tante scarpe rosse, simbolo della giornata odierna, sulle note della Canzone di Marinella di Fabrizio De Andrè, interpretata dalla scrittrice Nina Di Gregorio.

Il tutto si è concluso con il lancio dei palloncini rossi in cielo a ricordo delle tante vittime della violenza, dando appuntamento per la Santa Messa delle ore 18 nella Chiesa Madre, Maria Santissima Immacolata, in suffragio di Roberta Siragusa e di tutte le donne vittime di femminicidio.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it






Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!