Si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con la Colletta Alimentare, al via la solidarietà in Sicilia




Tutto pronto in Sicilia per la Colletta Alimentare,  giunta alla 26esima edizione, quest’anno sarà il 26 novembre 2022

Cos’è la giornata della Colletta Alimentare?

Ogni giorno Banco Alimentare recupera eccedenze alimentari per distribuirle a strutture caritative che offrono pasti o pacchi alimentari a persone che vivono in difficoltà. Accanto all’operosa attività quotidiana, Banco Alimentare organizza ogni anno, l’ultimo sabato di novembre, la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare.

 

GUARDA IL DOCUFILM

Anche in Sicilia, a Termini Imerese e nei comuni della provincia di Palermo, ci saranno migliaia di volontari che raccoglieranno le donazioni in innumerevoli esercizi commerciali e supermercati che hanno aderito all’iniziativa che quest’anno assume una importanza cruciale visto che “sono sempre di più le persone che chiedono aiuto per la spesa o per un pasto rivolgendosi alle circa 7.600 strutture caritative che il Banco Alimentare sostiene in tutta Italia attraverso la rete di 21 organizzazioni territoriali”.

Dal messaggio di Papa Francesco per la VI Giornata Mondiale dei Poveri

“Quanti poveri genera l’insensatezza della guerra! […] Come membri della società civile, manteniamo vivo il richiamo ai valori di libertà, responsabilità, fratellanza e solidarietà. E come cristiani, ritroviamo sempre nella carità, nella fede e nella speranza il fondamento del nostro essere e del nostro agire […] Davanti ai poveri non si fa retorica, ma ci si rimbocca le maniche, attraverso il coinvolgimento diretto, che non può essere delegato a nessuno […] Non è l’attivismo che salva ma l’attenzione sincera e generosa […] Nessuno può sentirsi esonerato dalla preoccupazione per i poveri e per la giustizia sociale.”

 

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!