Una nuova struttura potrà accogliere l’hub delle vaccinazioni anti-Covid a Palermo: si tratta dell’Istituto Principe di Castelnuovo, ente vigilato dall’assessorato regionale della Famiglia, politiche sociali e lavoro. I locali sono stati individuati nel corso di un incontro tra l’assessore alla Famiglia, Nuccia Albano, e il commissario per l’emergenza Covid, Renato Costa, delegato dall’assessore alla Salute, Giovanna Volo.
 
I padiglioni della Fiera del Mediterraneo, infatti, verranno liberati nelle prossime settimane e così si è presentato il problema del reperimento di un luogo idoneo per ospitare le vaccinazioni. Scelta ricaduta sull’Istituto di viale del Fante 66. «Stiamo avviando tutti gli iter necessari per attivare con urgenza la nuova struttura», affermano Albano e Volo.

 

Il commento di Domenico Bonanno, capogruppo della Dc in Consiglio comunale

«L’hub vaccinale della Fiera del mediterraneo non verrà smantellato ma soltanto trasferito in locali messi a disposizione dell’assessorato alla Famiglia. Questa è un’ottima notizia per la sanità siciliana e per i palermitani.

Un plauso e un ringraziamento all’assessore Nuccia Albano per aver ascoltato anche le nostre richieste e per aver trovato in pochissimo tempo una struttura che possa accogliere i sanitari che quotidianamente somministrano i vaccini alla popolazione palermitana e i tanti professionisti che hanno creato in questi mesi una struttura tecnologica e di assistenza all’avanguardia, evitando così l’interruzione di un importante servizio per i cittadini.

Adesso occorrerà avviare nel più breve tempo possibile l’iter per attivare la nuova struttura con urgenza. Si tratta di un significativo risultato che alimenta la speranza e le aspettative per la stabilizzazione dei precari. Il prossimo passo sarà, infatti, dare una certezza occupazionale a chi in questi anni è stato in prima linea nella lotta al Covid».


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!