“L’acqua di Trabia non si tocca”: il comunicato del gruppo




«L’acqua è un bene comune che appartiene a tutti noi. Per poter difendere questo bene comune è necessario che in ciascuno di noi si rinnovi e si rafforzino il senso civico e l’interesse generale per la comunità».

È questo il tono del comunicato diffuso dal gruppo “L’acqua di Trabia non si tocca”, la comunità virtuale e reale che si è creata spontaneamente per difendere la gestione del servizio idrico comunale.

A seguito dell’iniziative intraprese dell’ente, diverse sono infatti le iniziative indette dai trabiesi per manifestare il proprio dissenso tramite assemblee pubbliche.

A queste si è aggiunta una raccolta firme per una petizione popolare che – a detta dei promotori – ha già raggiunto 1500 sottoscrizioni. 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!