Quando la nomina di Senatore a vita di uno sfuggito alle foibe?




Quando la nomina di Senatore a vita di uno sfuggito alle foibe?

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha reso omaggio agli italiani provenienti dal confine orientale d’Italia (Istria, Fiume e Dalmazia) e ricordato, con commozione, quei fatti tragici nella ricorrenza istituzionale del 10 febbraio.

Sono false le tesi che considerano le stragi dell’autunno del 1943 e della primavera del 1945 una ritorsione
eseguita contro gli avversari politici.

Il presidente Mattarella, con onestà intellettuale, ha definito gli avvenimenti del confine più turbolento d’Italia <<il frutto di un odio che era insieme ideologico, etnico e sociale>>.

Pertanto, dopo aver nominato Senatrice a vita Liliana Segre, donna sopravvissuta al campo di concentramento di Auschwitz-Birkenau, sarebbe giusto riservare lo stesso trattamento alle vittime delle foibe con la nomina di un Senatore a vita.

Un riconoscimento istituzionale che, inoltre, dovrebbe essere accompagnato dalla revoca del titolo di Cavaliere di gran croce decorato di gran cordone al maresciallo Tito.

Fabio Lo Bono


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!