Muore maestra davanti agli occhi dei suoi allievi: lutto nell’agrigentino




È morta in classe, stroncata da un malore, a 44 anni, Giovanna Fabrica, maestra di scuola primaria presso la Carlo Ederle di Villa Bartolomea, dove dallo scorso anno insegnava materie curriculari e teneva dei corsi di potenziamento.

La donna aveva origini agrigentine, di Naro, ma viveva a Cerea, provincia di Verona, insieme al marito, anche lui insegnante.

A stroncare la sua vita è stato un malore, ieri pomeriggio verso le 14, che l’ha colpita proprio mentre si trovava a scuola per un rientro pomeridiano, in classe seconda B. Aveva appena ultimato una lezione e stava lasciando il posto al collega di italiano, quando si è accasciata a terra tra i banchi e la cattedra. Il docente di italiano, Tommaso De Stefani, è intervenuto subito con un massaggio cardiaco, grazie a quanto appreso l’anno prima durante un corso salvavita che la scuola aveva offerto a tutti i docenti. Nel frattempo, mentre i bambini venivano accompagnati fuori dal personale scolastico, l’insegnante ha richiesto l’arrivo in classe del defibrillatore di cui la scuola è dotata.

Per un quarto d’ora il collega ha proceduto con le manovre di rianimazione, mentre si aspettava l’intervento dei soccorsi. Oltre ad arrivare il personale medico del 118, è arrivato anche l’elisoccorso di Verona Emergenza, ma nonostante i tentativi di rianimazione durati per oltre un’ora, per la maestra non c’è stato nulla da fare.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!