Violenza tra le mura domestiche: arrestato 28enne




Ancora l’ennesimo caso di violenza ai danni di persone anziane. Un uomo, nel trapanese,  già in carcere per altri reati, da qualche giorno, è stato raggiunto da una seconda custodia cautelare per maltrattamenti nei confronti dei suoi genitori.

La misura cautelare è arrivata grazie alle indagini da parte dei carabinieri che avevano raccolto il grido disperato di aiuto lanciato da madre e padre dell’uomo, più volte vittime dei suoi abusi.

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Trapani hanno arrestato, un pregiudicato trapanese di 28 anni con le accuse di maltrattamenti in famiglia nei confronti dei genitori.

L’uomo, nei mesi scorsi, a seguito di alcuni furti ed alle violazioni inerenti l’obbligo di dimora cui era sottoposto era stato già arrestato e posto ai domiciliari in quanto spesso non avrebbe rispettato l’obbligo di permanenza in casa durante le ore serali e notturne.

Nonostante la misura restrittiva, l’uomo continuava ad evadere venendo poi rintracciato dai carabinieri fuori dall’abitazione.

Durante alcuni interventi, i militari dell’Arma avevano anche raccolto lo sfogo dei genitori che, stremati dal subire continui maltrattamenti e richieste di denaro, vivevano continuamente in un  stato di ansia e preoccupazione.

Lo scorso 26 agosto per il 28 enne, si aprivano le porte del carcere trapanese “Pietro Cerulli” in seguito della misura di aggravamento emessa dalla Corte di Appello di Palermo per le continue violazioni documentate dai carabinieri della compagnia di Trapani.

I militari nel frattempo non avevano sottovalutato la richiesta di aiuto dei genitori dell’arrestato.

Hanno avviato un’indagine per maltrattamenti in famiglia e documentando nel tempo episodi violenti e continue richieste di denaro.

Le risultanze investigative prodotte e documentate dai carabinieri sono state pienamente condivise dall’autorità giudiziaria che ha emesso la nuova misura cautelare che è stata notificata al giovane dai carabinieri direttamente in carcere.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scrivi alla redazione!