“Le patatine sono fredde”: giovane spara a dipendente di Mc Donald’s



Una donna ad un tavolo di una nota catena di fastfood americana si lamenta perchè ha ricevuto delle patatine fredde, nulla di strano fin qua, la donna esprimeva il suo parere durante una videochiamata.

Dopo un po il suo interlocutore la raggiunge, è uccide  il dipendente McDonald’s con dei colpi di pistola.
La donna parlava con il figlio. Lui l’ha raggiunta a ha ucciso il giovane lavoratore di 23 anni.

Tutto è accaduto per  per delle semplici patatine fritte, troppo fredde, questo ha fatto ha scatenato  la furia omicida di un ragazzo che ha sparato a un dipendente del fast food, uccidendolo.

È l’assurda vicenda è accaduta nel quartiere di Brooklyn, a New York.

Il fatto è accaduto lunedì scorso quando l’uomo si è presentato nel locale in una prima fase ha preso a pugni il dipendente del fastfood, gli ha sparato ferendolo gravemente.

La vittima è Matthew Webb, 23 anni è morto dopo quattro di agonia, per le ferite riportate.

La vittima è stata colpita al collo ed è stata trasportato d’urgenza al Brookdale University Hospital dove però è morto nelle scorse ore.

La polizia ha arrestato il sospetto sul posto per tentato omicidio e possesso illegale di un’arma dovrà affrontare l’accusa di omicidio.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.