Picchiata e rinchiusa in una stanza: non aveva preparato una buona colazione ai suoceri



Un altro caso di violenza sulle donne si è verificato ai danni di una giovane ragazza bengalese di 24 anni.

La donna è stata rinchiusa per ore in una stanza solo perché  la colazione che aveva preparato non era piaciuta ai suoceri.

Il marito al rientro dal lavoro avrebbe infierito con calci e pugni sulla moglie.

Lo spiacevole episodio è avvenuto ad Ancona.

I carabinieri hanno tratto in arresto il marito di 32 anni, operaio in un cantiere navale.

L’uomo è agli arresti domiciliari per maltrattamento.

La giovane vittima è stata trasportata al pronto soccorso, le sue ferite sarebbero guaribili in 10 giorni.

La donna adesso  si trova in una struttura protetta.

Molte volte la 24enne si era rivolta ai carabinieri per denunciare i maltrattamenti subiti.

Secondo quanto si apprende, la ragazza mentre veniva picchiata dal marito, cercava di difendersi, ma i suoceri la tenevano bloccata.

Marito e suoceri sono stati portati in caserma.

Secondo una prima dichiarazione della ragazza, il marito la teneva chiusa in casa, poteva uscire solo per fare la spesa.

La ragazza doveva svolgere tutte le mansioni domestiche e doveva anche ubbidire a tutte le richieste del marito.

 

 

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.