Crolla ascensore dal quinto piano di un condominio, gravi tre persone



Un ascensore è crollato dall’altezza del quinto piano in un condominio di Palermo. E’ accaduto nel primo pomeriggio di oggi in via Largo Vincenzo Balistreri, strada parallela al principale corso dei Mille. All’interno dell’ascensore si trovavano tre persone, stando alle prime frammentarie notizie che arrivano. Tutte e tre sono in gravi condizioni, hanno subito lesioni a causa della rovinosa caduta.

Immediati i soccorsi

Sul posto immediato l’intervento di diverse ambulanze del 118, dei vigili del fuoco e anche una pattuglia della polizia di Stato. Si sta cercando anzitutto di soccorrere i malcapitati. Bisognerà poi capire come sia potuta accadere una cosa simile. Sicuramente si va verso l’apertura di un’indagine per stabilire cause e soprattutto responsabilità. C’è anzitutto da capire se vi era una ditta responsabile alla manutenzione e se siano state eseguite le normali procedure di verifica annuali dell’impianto.

Cosa è accaduto

Stando ai primi accertamenti l’ascensore era in fase di utilizzo quando giunto all’altezza de quinto piano il vano con all’interno le tre persone si è staccato letteralmente dall’impianto ed è crollato. Un volo di almeno una quindicina di metri. E’ probabile che una delle funi in acciaio abbia ceduto di schianto, provocando quindi la caduta nel vuoto del vano che si è schiantato con violenza al suolo. Le prime notizie parlavano di due operai stavano lavorando alla manutenzione dell’ascensore quando è precipitato. Nella cabina ci sarebbe stata una terza persona, una donna ma in seguito le testimonianze raccolte parlano, invece, di due donne e un uomo e in particolare di due sorelle e del marito di una di loro. In attesa dei rapporti ufficiali gli inquirenti stanno cercando di capire cosa sia accaduto. I tre feriti sono stati trasportati negli ospedali palermitani distribuiti fra il Civico, il Buccheri La Ferla e il Policlinico: tutti hanno riportato fratture scomposte e sono stato trasportati in gravi condizioni giudicate da codice rosso.

Fonte:BlogSicilia.it


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.