La polizia ha eseguito un’ordinanza cautelare emessa dal Gip di Caltagirone ai danni di una presunta banda criminale, che sfruttavano delle donne straniere al fine di farle prostituire.

La banda avrebbe ramificazioni anche in altre regioni italiane.

Sex indoor, così si chiama l’operazione che ha portato alla chiusura di altre case in cui venivano fatte prostituire le ragazze.

É stato bloccato un giro illegale d’affari da 130 mila euro l’anno.

 Il provvedimento del Gip dispone misure cautelari detentive e il sequestro preventivo di risorse finanziarie e patrimoniali.

L’operazione è stata eseguita da personale del commissariato di Caltagirone,  con l’ausilio delle squadre mobili di Catania e Agrigento.

Il reparto Prevenzione crimine Sicilia Orientale e delle unità cinofile della Questura di Catania.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.