Al via la seconda edizione del Galà Equestre: il cavallo per l’inclusione oltre le barriere

A CURA DI GIUSEPPE MESI

Condividi questo articolo



Dopo il grande successo del primo Galà equestre del 2021, tenutosi al campo sportivo di Santo Stefano di Camastra, a scopo esclusivamente benefico, organizzato dall’APS, il percorso verde Karol quest’anno vede nella data del 18 giugno 2022 grandi artisti.

Presentati dalla voce del maestro termitano Totò Nancini, saranno diverse le esibizioni di amazoni e cavalieri con i loro meravigliosi cavalli, provenienti da scuole diverse ma uniti per un unico obiettivo, quello dell’inclusione, oltre le barriere, che mira ad avviare tramite l’ippoterepia, la Pet terapy, e l’orto terapy.

Chi è meno abile a comunicare oltre, chi ancora nasconde e non accetta diagnosi e termini medico-scientifici che vengono considerati dei tabù, quasi a voler ledere la sensibilità di chi già si trova a percorrere una strada non proprio facile, dove le famiglie sono coinvolte in prima linea e ad accettare una condizione fisica e mentale non facile.

Saranno presenti molte associazioni di disabili e diverse saranno le testimonianze. Ed è per questo che il cavallo diventa il vero protagonista, con la sua bellezza e potenza, dove diventano dei cuccioli dolcissimi ma di animo nobile, adatti a comunicare con chi vive una vita piena di difficoltà, con la società che li circonda.

Uniti nell’arte equestre, dove ogni ostacolo può diventare una strada libera per chi ha voglia di vivere nell’assoluta normalità.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.