Operazione della polizia “Alto Impatto” a Palermo: controlli, sequestri e sanzioni

Nei quartieri di Borgo Vecchio, Albergheria e Kalsa

Condividi questo articolo



La Polizia di Stato prosegue senza sosta il suo impegno per la legalità all’interno di quartieri cittadini con particolari criticità. In tale contesto continuano i servizi straordinari del territorio riconducibili al protocollo di sicurezza denominato “Alto Impatto”, disposti dal Questore della provincia di Palermo, Leopoldo Laricchia.

Sotto la lente d’ingrandimento  i quartier “Borgo Vecchio”, “Albergheria” e “Kalsa”, dove, nel corso dell’ultima settimana, poliziotti dei Commissariati di P.S. “Libertà”, “Oreto Stazione” e “Brancaccio” unitamente a distinti reparti ed articolazioni della Polizia di Stato,  (coadiuvati anche, in ottica di sicurezza integrata e per i settori di competenza, da personale della Polizia Municipale, personale dell’Asp e verificatori dell’Enel), hanno effettuato posti di controllo, perquisizioni, riscontri domiciliari su pregiudicati, servizi antidroga, controlli e verifiche amministrative su esercizi commerciali. Le più rilevanti irregolarità sono state riscontrate a Borgo Vecchio: a seguito di controllo a quattro venditori abusivi di alimenti cucinati di pronto consumo, sono state contestate violazioni di carattere amministrativo riguardanti le norme che disciplinano la materia dell’igiene e sicurezza degli alimenti ed i controlli connessi, per un ammontare complessivo, di circa 12.000,00 euro; gli stessi sono stati, inoltre, deferiti alla competente Autorità Giudiziaria per il reato previsto dal’art. 5 della legge n. 283/1962 con il conseguente sequestro penale della merce in cattivo stato di conservazione e per l’invasione di terreni o edifici previsti dagli artt. 633 e 639 del c.p.. sequestrate anche le attrezzature presenti in loco.

Il titolare di un pub, al seguito di un accesso ispettivo, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per l’invasione di terreni o edifici previsti dagli artt. 633 e 639 del c.p., inoltre gli è stata contestata la violazione amministrativa per insegna pubblicitaria abusiva con sanzione pari a circa 400,00 euro.

Personale della Squadra Mobile, nel corso di attività di polizia giudiziaria, ha indagato in stato di libertà per il reato di furto di energia elettrica 7 soggetti ed altra persona è stata deferita all’Autorità Giudiziaria perché trovata in possesso di 10 grammi di cocaina e 3 di hashish, già confezionati in dosi pronte allo smercio.

Nei quartieri  Albergheria e Kalsa, a fronte di 7 esercizi commerciali sottoposti a controllo, 3 sono state le sanzioni amministrative elevate con contestuale sequestro di un esercizio commerciale per la somministratzione di cibi e bevande.

Durante le attività di accertamento effettuate nei tre quartieri, gli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine, impegnati ad assicurare una cornice di sicurezza adeguata lungo le aree dei controlli, hanno identificato 760 persone di cui 317 con precedenti di polizia, controllato 327 mezzi, 47 le sanzioni al codice della strada e 5 veicoli sottoposti a sequestro amministrativo; 40 i controlli a soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.