Calcio Alcara Li Fusi: i “cagnola” diventati campioni, il paese esulta e festeggia

CONTENUTO A CURA DI GIUSEPPE MESI

Condividi questo articolo



«Ho deciso di aspettare qualche giorno prima di condividere pubblicamente le mie personalissime considerazione sulla fantastica stagione appena conclusa per evitare di scrivere sull’onda dell’entusiasmo, ma, visto che dopo tre giorni sono emozionato come, e forse piú, di domenica approfitto delle belle parole dell’amico Mesi Giuseppe per scrivere brevemente ciò che penso.
Ormai due anni fa un gruppo di ragazzi ha deciso di cimentarsi in questa avventura. Era il 2020. In piena pandemia. Pochissime garanzie e una solo convinzione: salvare l’A.C.D. ALCARA e la sua storica matricola da una quasi certa cancellazione – scrive il presidente Di Marco – . I dirigenti, gli amici di sempre, hanno visto in me qualità che nemmeno io vedevo (e che faccio fatica a vedere tutt’oggi) e per questo non smetterò MAI di ringraziarli.
Alla nostra prima esperienza puntiamo su Carmelo Manzo, con tantissimi campionati alle spalle ma novellino come noi nella veste di allenatore.
Concludiamo il campionato con 41 punti e la terza posizione in classifica, nonostante le partite sprecate e una serie di sfortunate coincidenze come l’esclusione del Tonnarella che hanno stravolto la classifica.

Sorvolo sulla finale di domenica perché sappiamo tutti com’è andata. Voglio però spendere due parole sulla festa.
Qualcuno ha detto che forse stiamo esagerando per un campionato di terza categoria, e forse ha ragione, ma Domenica sera ho capito veramente cosa significhi l’ Acd Alcara per tutto il paese. Grandi e bambini, madri, padri, sorelle, mogli scesi in strada a festeggiare una vittoria storica. L’emozione negli occhi di chi, come me, ha rivolto un pensiero a chi non c’è più e che avrebbe voluto al suo fianco a festeggiare – conclude il presidente Di Marco -. Ho visto il riscatto di un paese che ha sempre creduto nei propri ragazzi, il supporto di tutti ad un gruppo di amici che con lo sport cerca di costruire qualcosa di importante, l’amore di questo paese per i nostri colori. L’ A.C.D. ALCARA non è di questa o di quell’altra dirigenza, l’A.C.D. ALCARA è di tutti gli Alcaresi, ed è per questo che non posso non dire: grazie di cuore a tutti!».


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.