Marito palermitano denuncia moglie: “Dopo il matrimonio è scappata con i soldi e mi ha calunniato”



La disavventura di un palermitano di 41 anni raggirato da una ragazza marocchina di 25 anni.

Subito dopo il matrimonio la donna lo ha immediatamente denunciato per percosse dopo essere scappata con i soldi del novello sposo.

La vicenda è stata trattata nel corso dell’udienza del 27 maggio nel tribunale di Mantova, la città di residenza dei due sposi.

I fatti

Lui conosce lei, addetta alle pulizie in un albergo dove il palermitano lavora in sala ristorante. Intrecciano una relazione. “Per me una storiella – riferisce lui – vista la differenza d’età di 16 anni, ma lei si attacca molto”.

La donna, con il passare dei giorni gli confessa le angherie, le botte e i soprusi che subisce nella sua famiglia di musulmani estremisti. «Portami con te, salvami, se mi sposi sarò libera. Sei l’amore della mia vita» lo implora. E il palermitano le crede.

L’uomo così ha trovato un lavoro a Mantova e ha conosciuto la famiglia della futura sposa, che vive in un comune della provincia mantovana. Lei avverte il marito: «Per il matrimonio c’è un vincolo devi versare alla mia famiglia 6.500 euro, è il prezzo per la mia libertà, ma non ti preoccupare, poi li riprendo e te li restituisco. E anch’io lavorerò»

Dopo sei mesi, effettuato il bonifico al padre e i regali alla famiglia, i due si sposano. Dopo soltanto due settimane dalle nozze, l’uomo, carico e stanco dei turni che affrontava a lavoro, vedendola stare a riposare tutto il giorno nel dolce far nulla, le chiede come mai non si cerchi un lavoro, anche per contribuire al bilancio familiare. La risposta della donna non lascia dubbi: «Non ci penso proprio».

Il giorno successivo la donna sostiene l’esame per la patente e la ottiene e il giorno successivo sparisce.

«L’ho chiamata e cercata inutilmente dai genitori – dichiara il marito – poi i carabinieri a cui mi sono rivolto mi hanno comunicato che mia moglie mi aveva appena denunciato per percosse. Sono rimasto di sasso. La sua denuncia è stata archiviata, ma lei e i miei soldi sono spariti. Quindi l’ho denunciata prima per truffa e poi per calunnia».


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.