Montemaggiore Belsito: prende forma l’equiturismo, con “La via dei castelli”

a cura di Giuseppe Mesi

Condividi questo articolo



Montemaggiore Belsito, fonte d’ispirazione per le diverse associazioni, il cui scopo è quello che mira a scoprire una Sicilia che vive un pò nascosta, “D’Annintra” come a voler quasi essere gelosa dei propri tesori, dove attraverso la via del turismo, si arriva dentro il cuore dell’arte, della bellezza architettonica religiosa e della sublime e profumata arte culinaria di una Sicilia antica che incanta con i suoi castelli medievali, i borghi rurali di raffinata bellezza, i conventi, i monasteri, le masserie, gli eremi, la bellezza di potere ammirare tutto ciò da vicino.

WhatsApp-Image-2022-05-25-at-20.31.37

Immagine 1 di 4

Nasce dall’idea di alcuni appassionati montemaggioresi capitanati Antonio Di Chiara e Giuseppe Mesi “Il viaggio lungo la via dei castelli”. Un progetto che mira a valorizzare il proprio territorio, ripopolare le campagne riscoprendo la natura, l’arte medievale dei castelli leggendari e misteriosi siciliani. Un percorso immerso tra valli pianure e colline, un itinerario percorso con cavalli, cavalieri ed amazzoni per scoprire, attraverso antiche trazzere regie, una Sicilia medievale, respirando aria pura tra meravigliosi paesaggi incontaminati, resi magici dai colori caldi della terra prospera e incantata. “Camminiamo con i cavalli”, animali nobili, forti e di rara sensibilità.

I primi luoghi visitati sono stati Alia, Sclafani Bagni, il prossimo progetto l’imponente castello di Caccamo.

Alla ricerca del nostro passato, della nostra storia, della Sicilia “d’Annintra”, un messaggio ricco di fascino, costruttivo che sia entusiasmante, che duri nel tempo, che possa coinvolgere le nuove e giovani generazioni.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.