Aziende a regime forfettario dall’1 luglio scatta l’obbligo della fattura elettronica




Ecco la data dalla quale scatta l’obbligo di fatturazione elettronica per tutte le aziende in regime forfettario

La modifica è contenuta nel decreto Pnrr e fa parte dello stesso articolo che annuncia le sanzioni per tutte le aziende che non accetteranno pagamenti con il Pos

Queste nuove regole ed altre fanno parte del pacchetto anti-evasione fiscale pensato dal governo Draghi. 

Fattura elettronica per i reggimi forfettari dall’1 luglio 2022

I titolari di partita Iva in regime forfettario, che usufruiscono della flat tax al 15% (e al 5% per i primi 5 anni) dovranno adeguarsi e fare fattura elettronica a partire dall’1 luglio 2022. Lo riporta il decreto, approvato dal Consiglio dei ministri del 13 aprile, abrogando gli esoneri previsti in precedenza per tutti coloro che rientrano nel regime di agevolato, per i soggetti passivi che applicano il regime forfettario e per i soggetti passivi che nel periodo d’imposta precedente hanno conseguito dall’esercizio di attività commerciali proventi per un importo non superiore a 65.000 euro, anche le associazioni sportive dilettantistiche.

Rimangono invariati

Le partite Iva in regime forfettario che rientrano nei 25mila euro di reddito fino al 2024

Le modalità di applicazione

Il governo ha previsto un periodo transitorio. Dalla data prefissata per l’obbligo e fino al 30 settembre, l’emissione della fattura elettronica per i nuovi lavoratori obbligati è consentita entro il mese successivo a quello in cui l’operazione viene effettuata. Solitamente, il termine entro cui va emessa fattura è di 12 giorni, ma in questo periodo transitorio viene temporaneamente prorogato fino al mese successivo senza l’applicazione delle sanzioni.

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!