Quarta dose di vaccino: Moderna e Pfizer chiedono di procedere con i maggiorenni




Anche Moderna chiede la quarta dose dopo l’annuncio nei giorni scorsi di Pfizer.

Due giorni dopo Pfizer anche Moderna ha chiesto all’ente americano FDA, di firmare l’autorizzazione ad una seconda dose booster.

Se Pfizer l’ha richiesta al momento per i cittadini americani di età pari o superiore ai 65 anni, Moderna invece ha indicato una fascia di età diversa molto più grande.

L’azienda farmaceutica ha infatti proposto la quarta dose di vaccino a tutti i cittadini over 18 includendo nelle motivazioni i dati provenienti da Stati Uniti e Israele riguardanti la variante Omicron.

La società ha specificato che gli enti potrebbero decidere in autonomia la somministrazione solo a determinate fasce. La scelta di comunicare di somministrare la dose a tutti i maggiorenni è stata fatta per dare più autonomia decisionale agli enti che sceglieranno a chi somministrare l’ennesimo booster.

Ecco cosa indica Pfizer

Al momento la seconda dose booster (quarta dose) è raccomandata solo ad alcuni soggetti in tutto il mondo. Anche se alla fine sarà necessaria per tutti.

Lo riferisce il Ceo Albert Bourla, aggiungendo che Pfizer sta lavorando ad un vaccino in grado di coprire da tutte le varianti.

“Se ci riusciremo, a quel punto potremo tornare alla vita a cui eravamo abituati. Dobbiamo capire che il Covid non sparirà, dovremo imparare a conviverci così come conviviamo con altri virus” .

Quarta dose in Italia: ecco cosa dice il ministro Speranza

Il ministro Roberto Speranza ha detto che per il momento non c’è nessuna indicazione di una quarta dose per tutta la popolazione italiana.

Il ministro aggiunge che al momento la quarta dose è raccomandata a tutti i soggetti immunodepressi e nei prossimi giorni si valuterà se allargare anche alle fasce anagrafiche più alte.

«La quarta dose di vaccino per tutta la popolazione oggi non è giustificata da un’evidenza scientifica e in nessun paese al mondo si sta facendo. Siamo partiti con il farla agli immunocompromessi e verificheremo nei prossimi giorni se estenderla a fasce di popolazione più anziana».

Naturalmente si attende di vedere i dati e se i contagi dovrebbero salire cominciando a diventare preoccupanti, considerando anche i ricoveri, si valuterà seriamente l’ipotesi di una quarta dose per tutti gli italiani.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Scrivi alla redazione!