“Magica”: il ritorno di Jolanda al piacere della musica con l’incisione di un nuovo brano




Magica – il nuovo singolo di Jolanda Lo Mauro proclamata vincitrice prima classificata in occasione della seconda Edizione del Premio Mango-omaggio al Cantautore.

Il brano è in vendita ed in uscita su tutti gli Store internazionali da giorno 8 marzo 2022.
Scitto da Giorgio Rey, mixato dal noto Produttore Pietro Foresti nonché marito della cantante Valeria Rossi (riscosse un grande successo con il tormentone “Tre parole”).
È stato registrato presso lo studio “Frequenze studio”. (Monza)

Chi conosce Jolanda Lo Mauro di Petralia Sottana, ricorda bene che ha sempre avuto grande amore e passione per la musica, cercato di portare positività attraverso la sua canzone che, con un sapore sempre fresco, attraverso note gentili, diventa colonna sonora significativa e preponderante di un particolare momento di cui i temi cardine quasi sempre scelti, sono il credere nei valori e nella bellezza della vita, il realizzare i propri sogni,interessi, ambizioni,senza arrendersi. 

Ed è così che le emozioni, i messaggi, vengono trasfetiti nella direzione giusta senza deviare per altre strade.S’imbattono nel cuore e restano.

Magica ” è titolo del nuovo pezzo di quest’anno dove il 2022 si sta rivelando un anno pure un po’ emblematico ma non è ancora finito. La speranza risiede nella speranza che possa esserci ancora qualcosa di bello che si faccia attendere pur tardando.

Ciò che non va dimenticato e anzi, rimarcato in questo brano, è un concetto basilare:  la vita, come ben sappiamo, è un bellissimo viaggio a più direzioni da godere fino in fondo con occhi ben aperti e curiosi continuamente pronti a farsi sorprendere,deliziare ,stupire.

Ma delle volte, quel modo d’osservare cambia : l’incanto si distorce, si riduce, e non focalizzando più obiettivi, di colpo, sgrana.

Non è più un vivere a colori quando un freddo inaspettato ed improvviso attraversa l’anima contrastando la visione precedente. Sono le difficoltà che s’incontrano lungo la strada,a volte, che cambiano le dimensioni, le prospettive,che le stravolgono drasticamente. Non si è mai preparati al cambiamento. 

Succede che tutto si capovolge in assenza di gioia. La scena delle azioni abituali che si rivelano non essere più limpide ed a colori vivaci così si offuscano cedendo il posto a scale di grigi con poco bianco e molto nero.
Esattamente come un fiume tranquillo che di colpo diventa rapinoso ed in piena.

E che cosa serve fare a questo punto ? Bisogna avere il coraggio di cambiarne ancora una volta l’aspetto. Rimettere lo zoom.

Occorre aprire con coraggio ogni finestra anche se sembra essere chiusa, sbarrata,invitando il sole ad entrare anche se questo all’inizio possa sembrare apparentemente tiepido ma pur capace di restituire luce intensa,  resistente e duratura capace di riportare colori nuovi e vita.

Non sempre è facile.Farlo diventa un duro lavoro.
È uno sforzo continuo, un impegno costante di volontà in evoluzione, in progresso, dove la determinazione sarà il motore trainante dell’impresa che, nonostante il peso della caduta, farà rialzare.

Forse ricredere in qualcosa,specialmente in se stessi o in qualcuno , è uno sforzo enorme soprattutto all’inizio, dopo aver perso una fiducia basilare e fondamentale.

Non importa se ci saranno dei momenti in cui ci sarà poca luce attorno a noi e si vedrà solo buio. Prima o poi i colori nella vita tornano a brillare.

Il passato agguanta il presente lasciando la sua traccia imponderabile. Ma in fondo, se ci pensiamo, è proprio quello che inibisce le occasioni e le possibilità delle vivere l’oggi, del fare esperienza costruttiva e dinamica.

Anche se è uno specchio sul quale si riflettono immagini d’insegnamento pregresso,il passato non deve disarmare o arrestare la corsa verso lo slancio del domani.

Se non si rischia non si va oltre le proprie paure. Le ferite non vanno continuamente guardate e riguardate.

Per uscire da questa tana senza scappatoia, occorre ad un certo punto rischiare se si vuole davvero rinascere, se c’è il desiderio di costruire qualcosa di nuovo e di diverso seppur ci sia quella paura d’incappare in un altro turbine di negatività.

Se si continua a rimandare con paura, la vita passa cedendo il posto a quell’incerto dubbio che attanaglia la mente, ovvero il pensare continuamente “come sarebbe stato se ci avessi provato”.

Se ci si ferma, ci si auto-punisce, ci si fossilizza in una convinzione pessimistica,che fa entrare ad  un turbine di spirali d’opprimenti stati d’animo che affogano la volontà, il provare,arrestando un ulteriore percorso ciclico di rinascita, fossilizzando ogni cosa nuova si presenti con continue domande  basate su convinzioni negative.

Tendiamo sempre ad unificare momenti, a generalizzarli come su di un unico tessuto.

Dimentichiamo però,che la vita è un assolo. Ogni momento che si vive è una musica diversa.

Ad una scala di fatta colori di più sfumature abbiamo convenzionalmente dato il nome di arcobaleno il quale è formato da tanti colori che formano un insieme,certamente, non solo da uno. Da notare che tra questi colori sia tenui che sgargianti, ci sia pure il nero che crea il suo effetto.

Ma la speranza da tenere custodita dentro se stessi, consiste nell’attendere quegli arcobaleni a “tinte forti” capaci di riportare colori che si pensava potessero spendere per sempre.

Questo è il punto cruciale della ripartenza.

È ciò che rende le persone “magiche ” ed  ognuno speciale, che fa compiere vere”magie” in ogni cosa si faccia.

È così che ritorna il sereno dopo una lunga tempesta attorno a sé ,che si riprende con fiducia a  guardare alto.

Sì, la vita è magica proprio per questo. È un dono grande a cui essere grati sempre e comunque.

LA VISIONE DI JOLANDA DI “MAGICA”

È Jolanda stessa poi,che citando ulteriori ringraziamenti tra cui, al manager che l’ha seguita,  Alessandro Quinte,
all’Agenzia Alpha Music (Caterina Giordano)
Records-distribuzione online.
Aggregatore di distributori musicali per l’etichetta
Sony Music Publishing
RadioScia , ci descrive cosa rappresenta questo pezzo per lei.

Il brano è un inno alla rinascita , all’autointrospezione, alla capacità di guardarsi dentro cambiando la propria vita prospettandosi solo alle cose positive e sane per la propria anima.
Fare introspezione significa dar vita a un processo della mente attraverso il quale un soggetto si guarda dentro e cerca di esaminare le sue esperienze .

Il processo introspettivo porterà la persona che intraprenderà un percorso fatto di cauta riflessione, a capire chi è, cosa sente, fino ad imparare da sé stesso ed averrà nel suo io, una crescita spirituale.

Un viaggio strumenti nell’introspezione quindi, che porterà a dei risultati è quello che sarà per cambiare le situazioni da fronteggiare, a cambiare le situazioni da fronteggiare man mano nel proprio percorso personale.

Magica” è pertanto una sensazione, uno stato d’animo.
Il messaggio che questo manda brano è un messaggio di forza, di rivincita , di rinascita per tutte quelle persone che non credono abbastanza in se stesse per chi vive la vita in funzione di altri, per chi non riesce a trovare una via d’uscita e dire “basta” a tutto quello che può far male. E’ un grido di liberazione come cita il ritornello:
Oggi è un altro giorno, cambio tutto cambio il vento, cambio anche i colori cambio il modo di pensare, oggi è un altro giorno cambio fuori cambio dentro”, parole che hanno un profondo significato”.

Un grazie a tutti coloro che credono ed hanno sempre creduto in me!
Vince chi sogna, sempre.

 

LINK canzone “MAGICA” di Jolanda Lo Mauro:

https://youtu.be/lGn_XNpvuNM


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!