1893 – Viene ucciso, sul treno tra Trabia e Termini Imerese, Emanuele Notarbartolo

Un video di MARIANO BARBARA

Condividi questo articolo



Il 1° febbraio del 1893, mentre si trovava su una carrozza di prima classe del treno della linea Termini Imerese – Palermo, il marchese Emanuele Notarbartolo (ex sindaco di Palermo e direttore Generale del Banco di Sicilia) venne ucciso con 27 coltellate e scaraventato giù dal finestrino, tra Trabia e Termini Imerese.

L’omicidio di Notarbartolo – ad oggi considerato la prima vittima eccellente di mafia – scandalizzò l’opinione pubblica non solo siciliana e assunse un’eco nazionale, accendendo i riflettori sulla criminalità organizzata in Sicilia.
Ci vollero però quasi sette anni prima dell’inizio delle udienze e sul banco degli imputati finirono due addetti del treno su cui viaggiava il marchese, che avevano però un ruolo marginale nella vicenda.
Se vuoi saperne di più guarda il video


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *