Il Covid gli stronca la vita ma prima di morire fa scrive sul suo necrologio: “Se avessi creduto al virus sarei vivo”



È la triste storia di un uomo di siciliano di 66 anni, deceduto dopo aver contratto il Covid che, prima di morire, ha preparato un necrologio per tenere alta l’attenzione sui rischi collegati al coronavirus. 

“Se avessi creduto alla pandemia, se avessi creduto al Covid, oggi racconterei un’altra storia ma non questa storia”. Si legge nel necrologio di Giuseppe Giuca, 66 anni, originario di Belvedere, una frazione di Siracusa. 

Un messaggio di autocritica che vuole avvertite anche il popolo No-vax  e tutti coloro che non credono ai rischi legati al Covid che possono portare anche alla morte. 

 

 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *