Rappresaglia armata e minacce contro carabiniere a Roccapalumba: scarcerato Pietro Pecoraro

Tribunale Palermo

scritto da:

Redazione



Il tribunale della Libertà di Palermo a seguito della richiesta di riesame proposta dal difensore ha scarcerato Pietro Pecoraro, arrestato a proposito della operazione “maestro” della quale si è recentemente occupata la DDA di Palermo con conseguente provvedimento reso dal GIP, dr Lirio Conti, relativa a fatti avvenuti nel territorio di Roccapalumba ed aventi ad oggetto la detenzione e la ricettazione di armi da sparo custoditi nell’ottica di dare attuazione a propositi omicidiari anche ai danni di appartenenti alle forze dell’ordine.

L’ordinanza è stata annullata per difetto dei gravi indizi di colpevolezza a carico di Pecoraro Pietro.

Avv. Giuseppe Minà

Nei giorni immediatamente dopo l’interrogatorio di garanzia,  svoltosi innanzi il GIP era già stato scarcerato Francesco Pecoraro, anch’egli per difetto dei gravi indizi di colpevolezza. Entrambi i fratelli Pecoraro risultano assistiti e difesi dall’avvocato Giuseppe Minà.
Rimane in carcere, per il momento, il terzo arrestato, Antonino Lo Bue, accusato di estorsione consumata e tentata.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *