Hulk Hogan il poliziotto che faceva tremare i boss, oggi un grande simbolo della lotta all’illegalità 



“Hulk Hogan”, il poliziotto che faceva tremare i boss, ad oggi un grande simbolo della città di Palermo  nella  lotta all’illegalità. 

Morto a 53 anni, tra gli episodi per cui è ricordato c’è l’arresto del boss della Kalsa, Lauricella, detto “Scintilluni”, avvenuto nell’ anno 2011. Perché “Hulk Hogan”, soprannome derivato dal noto personaggio del wrestling, più si arrabbiava e più diventava forte e cattivo. Sarà per questo che negli ambienti della malavita si dice che “Rubino” fosse il più temuto tra i poliziotti. 

Cristoforo Rubino viene ricordato oggi dai colleghi  come un uomo buono, e pronto a dare sempre una mano, e poi come diceva sempre Cristoforo:  “se mi chiami, e mi dici che dobbiamo andare all’inferno, 5 minuti e arrivo”. Sono passati 4 anni dalla sua morte,  così oggi i palermitani  lo ricordano come un eroe della Polizia di Stato che ha combattuto il male di una città dalle mille contraddizioni, ma comunque splendente alla luce del sole. 

 






Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *