La profezia di una veggente americana che aveva previsto il coronavirus e la pandemia



La pandemia e il Coronavirus prevista già nel 2012 nel libro di Sylvia Browne

Sylvia Browne  era una medium sensitiva americana che ha vissuto esperienze medianiche fin da bambina.
La Browne proprio per queste speciali capacità era molto famosa negli stati uniti, aveva anche scritto diversi libri tutti seguiti da un gran successo di vendite a livello mondiale.
Era anche consulente delle forze dell’ordine americane  (polizia ed FBI), ha partecipato attivamente a oltre 100 casi tra omicidi e persone scomparse. 
L’anno che ha preceduto la sua morte, il 2021, ha scritto in collaborazione a L. Harrison il suo ultimo libro ovvero ProfezieChe cosa ci riserva il futuro” (titolo originale End of Days).
Proprio in questa ultima opera la Browne ha descritto dettagliatamente dei fatti che tanto ricordano il Coronavirus e la pandemia che stiamo vivendo oggi.

Il passo interessato letteralmente tradotto riporta queste parole:
“Entro il 2020 gireremo con mascherine e guanti per via di un’epidemia di polmonite. Mascherine chirurgiche, guanti di gomma e una patologia che attacca i canali bronchiali e sembra refrattaria a ogni tipo di cura: nelle parole di Sylvia Browne si possono leggere richiami a eventi e fatti sfortunatamente attuali.”

 

dal libro “End of days” di Sylvia Browne

L’autrice continua con questa frase: “dopo aver provocato un inverno di panico assoluto, quasi in maniera più sconcertante della malattia stessa, improvvisamente svanirà con la stessa velocità con cui è arrivata, tornerà all’attacco nuovamente dopo dieci anni, e poi scomparirà completamente”.

Ovviamente il libro ha avuto un secondo successo proprio a seguito della pandemia, infatti tanti lettori curiosi l’hanno acquistato per verificare quanto scritto e leggere le altre predizioni della veggente americana.

 
Non ci resta che aspettare e vedere se le previsioni della veggente Browne sono veritiere o semplici coincidenze.
 


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *