Promosso a sostituto commissario della Polizia di Stato, Antonio Gaspare Di Giorgi si racconta



«A seguito della notifica avvenuta nel mese di agosto, ho avuto il piacere di apprendere che sono stato promosso al ruolo di Sostituto Commissario della Polizia di Stato». Così parla a Himeralive Antonio Gaspare Di Giorgio, dopo i tantissimi successi ottenuti e complimenti da parte dei colleghi della città di Palermo, ed anche dei locali commissariati della Polizia di Stato. 
 
Durante la nostra intervista esprime le proprie considerazioni: «Niente di eclatante intendiamoci, il mio ruolo ha sempre  le stesse funzioni  o quasi  di ciò che svolgevo prima da Ispettore Superiore, ma il mio piacere deriva dal fatto che nonostante i miei compiti istituzionali, dichiaro di aver svolto sempre  con grande dedizione e impegno le mie mansioni, e poi ci sono stati dei fatti negativi che sono accaduti, ma questi sono gli imprevisti della vita da affrontare sempre a testa alta e  credendo in un cambiamento sostanziale nello svolgimento della propria vita quotidiana». 
 
Sostituto Commissario, poi, aggiunge: «Comunque  non mi sono mai fermato, perché dove ho potuto, ho fatto sempre un po’ di più di quanto mi veniva ordinato, sia dentro che fuori dagli uffici dell’amministrazione, aiutando nel silenzio i bisogni delle persone in difficoltà».
 
Le sue considerazioni sull’avanzamento di carriera? 
 
«Questo avanzamento, in realtà risulta come una svolta nella mia vita, una grande inversione di tendenza, anche perché il sottoscritto in un giorno qualunque potrà  dire come la pensa  su molti argomenti che attendono di essere riportati alla luce del sole, anche se, chi mi conosce,  sa che non ho timori reverenziali nei confronti di nessuno!».


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *