Progetto Porto Termini Imerese e rilancio ex Fiat, il comunicato del consigliere Anna Chiara

scritto da:

Redazione



Il consigliere comunale Anna Maria Chiara

I sindacati fanno il loro, sempre e comunque. Anche ieri dovevano difendere gli interessi dei lavoratori ex Fiat: spiegare al consiglio comunale (ma soprattutto alla cittadinanza) il nesso che legherebbe l’ipotesi di revisione del piano regolatore portuale vigente con il processo di reindustrializzazione che, ad oggi, è servito – purtroppo – soltanto ad assicurare l’erogazione degli ammortizzatori sociali ai lavoratori Blutec ed ex indotto diretto ed indiretto Fiat (e non è poco!). Dovevano, quindi, provare a superare alcune riserve, che vengono da più parti, su questo percorso.

Il contesto esageratamente esasperato non ha consentito ciò. E quindi abbiamo sciupato un’occasione. Così come tanti altri soggetti, liberamente, stanno esprimendo il proprio assenso o il proprio diniego sulla revisione del Prp auspico che il Sindacato, nell’interesse dei lavoratori, faccia pervenire all’Amministrazione comunale e al Consiglio comunale una sintesi dettagliata che chiarisca, una volta e per tutte, in che modo il reimpiego dei lavoratori ex Fiat e dell’indotto diretto ed indiretto è vincolato alla revisione del Prp che dovrebbe prevedere lo spostamento (esattamente al contrario di come è indicato nella planimetria allegata) dell’area commerciale dalla zona di fronte Aica ed Eurospin all’area dinanzi al Kalokairi, alla Capitaneria di porto,…
Con questo chiarimento ovviamente il consiglio comunale – se e quando sarà chiamato in causa – potrà determinarsi come crede ma con la piena consapevolezza delle scelte a cui è chiamato.


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *