Intervento del Soccorso Alpino e Speleologico per recuperare cadavere di giovane polacco di 23 anni



Nella serata di ieri, la Centrale Operativa 118 Palermo-Trapani ha richiesto l’intervento del Soccorso Alpino e Speleologico Siciliano, per soccorrere un uomo in località Malpasso a Capo Gallo (Palermo). I tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico della Stazione “Palermo”, immediatamente giunti, non hanno potuto fare altro che constatare mediante i propri tecnici sanitari il decesso dell’uomo K.K., 23 anni di nazionalità polacca.

Il giovane si trovava alla base di una ripida parete detritica ed era verosimilmente precipitato da diversi metri di altezza in un’area estremamente impervia, già nota al Soccorso Alpino per avere recuperato in passato diversi altri escursionisti, già deceduti o in estrema situazione di pericolo. La pericolosità di tale zona è da sempre individuata anche dal toponimo “Malpasso”.
Il Soccorso Alpino, dopo essersi rapportato con la Polizia di Stato presente al faro di Capo Gallo ed avere ricevuto le autorizzazioni di rito, ha provveduto a ricomporre la salma ed a trasportarla a valle sin sulla linea di costa, dove è stata affidata ad un gommone del Nucleo Sommozzatori dei Vigili del Fuoco che l’hanno trasferita al porto di Palermo. Sul posto presenti anche la Guardia Costiera, con un proprio mezzo nautico, diversi equipaggi della Polizia di Stato ed i Vigili del Fuoco. L’intervento si è concluso intorno alle ore 23.

Le foto

IMG-20210731-WA0009

Immagine 1 di 4





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *