Sviluppo porto Termini Imerese: i consiglieri chiedono chiarezza

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa dei consiglieri Abbruscato, Chiara, Comella, Conti Guglia, Di Lisi, Fullone, Miccichè

Condividi questo articolo



Incredulità e delusione. Furbata o strategia per evitare l’apprezzamento da parte del Consiglio comunale?

L’attesa “responsabile” di queste settimane è stata davvero mal ripagata. L’Amministrazione comunale – anziché avanzare la proposta di deliberazione al Consiglio Comunale, unico organo competente ad esprimere il parere in materia di pianificazione e programmazione – ha richiesto all’Autorità di Sistema di “trasmettere una versione aggiornata del DPSS”.

Ecco spiegato il perché delle mancate iniziative riguardanti il pronunciamento del parere richiesto dall’AdSP ed il mancato coinvolgimento dell’organo consiliare. Siamo stati espropriati, in buona sostanza, delle nostre prerogative, non potremo esprimere il parere come Assemblea consiliare e non potremo rappresentare gli interessi della comunità termitana sul Documento di Pianificazione Strategica di Sistema (DPSS) pervenuto al Municipio di Termini Imerese in data 03/12/2020. Una “exit strategy” per evitare, forse, di incappare nel pronunciamento – quale che sia – del Consiglio comunale che ha competenza esclusiva in materia di pianificazione del territorio, ivi compresa quella che la normativa sui porti assegna agli enti locali, senza soggiacere a condizionamenti progettuali predefiniti da parte della Amministrazione comunale.
Anziché facilitare l’assunzione di posizioni chiare e trasparenti in merito alla futura progettazione dei vari ambiti portuali, anche in relazione all’ampio dibattito pubblico che in questi ultimi mesi ha coinvolto sull’argomento varie componenti della comunità termitana, si è evitato – ad arte – di evitare che la questione fosse sottoposta all’esame del consiglio comunale.
Poiché siamo dinanzi a scelte strategiche e fondamentali per lo sviluppo del porto di Termini Imerese, riconoscendone il peso determinante per lo sviluppo dell’intero territorio e dei futuri assetti ambientali e urbanistici della città, ci riserviamo – da qui a breve – di assumere ogni iniziativa al riguardo. Questa vicenda merita la massima attenzione e non si può sottacere in alcun modo l’approccio maldestro intrapreso dall’Amministrazione comunale che, non può e non deve in alcun modo pregiudicare il sentire dell’organo consiliare e di ampi tratti della società termitana che propendono per il pieno rispetto delle previsioni del Prp vigente.





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *