Padre Forti, un sacerdote tra i bisognosi



Ricorre il 19 Maggio il 18° anniversario della morte di Mons. Nunzio Forti, Arciprete di Polizzi Generosa dal 1968 al 2001 e vicario parrocchiale dal 1946 al 1968. Inoltre fu amministratore parrocchiale delle parrocchie di Calcarelli e Nociazzi negli anni ’80. Di origini di Isnello, era rispettato da tutti in paese: non ricordò mai le offese ricevute e non offendeva mai nessuno : onesto, caritatevole, misericordioso, non pronunciò mai parole scortesi nei confronti di alcuno; agiva sempre per il meglio e con retta coscienza. Fu un parroco caritatevole verso i poveri, per aiutare chi si trovava in  difficoltà e nel bisogno prendeva accordi con alcuni esercenti commerciali presso cui indirizzava coloro che a lui si rivolgevano per avere viveri.   

Un episodio molto toccante che oggi ci fa ricordare un unire al COVID 19 fu quello dell’arrivo della tubercolosi nel dopoguerra: allora una malattia incurabile che condannava coloro che ne erano colpiti ad essere isolati da tutti. Un giovane ragazzo di Polizzi fu costretto a stare a letto e a morire nel fiore della giovinezza a causa di questa malattia. Padre Forti, non temendo di essere contagiato, con estrema e vivissima partecipazione andava a trovarlo spesso per raccontargli ciò che avveniva nella comunità e portandogli sempre dei piccoli pensieri. 

Inoltre abolì i funerali solenni, rendendoli tutti uguali. Per Pasqua e Natale andava a fare visita ai detenuti dove andava a celebrare la messa.

Nel 2016 è stato intitolato al sacerdote il piazzale antistante la Madrice di Polizzi.





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *