A 29 anni dalla scomparsa di Salvatore Colletta e Mariano Farina si cerca ancora la verità

Nella foto in alto: l’ingresso di contrada Gelso a Casteldaccia, dove Salvatore e Mariano, sarebbero stati accompagnati da un amico prima di scomparire nel nulla

Condividi questo articolo



Si continua a lavorare senza sosta per far luce sulla scomparsa, avvenuta il 31 marzo 1992, dei giovani Salvatore Colletta e Mariano Farina, rispettivamente originari di Trabia e Termini Imerese.

Il comunicato dell’avvocato Bonaventura Zizzo del Foro di Termini Imerese, difensore dei familiari di Salvatore Colletta e degli avvocati Roberta Gentileschi e Laura Genovesi del Foro di Roma, difensori dei familiari di Mariano Farina

“L’occasione dei 29 anni dalla scomparsa di Salvatore Colletta e Mariano Farina ci pone l’esigenza di ribadire come, su questa vicenda, non si debbano spegnere i riflettori dell’opinione pubblica, men che meno dell’Autorità Giudiziaria e delle Forze dell’Ordine.
Salvatore e Mariano, quando sono scomparsi, erano due bambini ed è terribile non sapere, dopo 29 anni, che cosa sia loro accaduto. E’ terribile per le loro famiglie, che hanno perso due figli e, riteniamo, sia terribile per la loro Comunità e per un territorio, a cui chiediamo uno scatto d’orgoglio, al fine di contribuire alla battaglia per la ricerca della verità, unico obiettivo da perseguire in questa drammatica vicenda.
Di questo caso, quindi, bisogna continuare a parlare e, su questo caso, bisogna continuare a lavorare strenuamente, così come sta facendo, in questo momento, la Procura della Repubblica, presso il Tribunale di Palermo, cui va tutto il nostro sostegno e la nostra fattiva collaborazione”.





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *