Abusivismo commerciale: beccatti furbetti reddito cittadinanza



Nei giorni scorsi, i Finanzieri di Bagheria, nell’ambito dell’attività di controllo economico del territorio, hanno sanzionato un soggetto intento alla vendita di prodotti ortofrutticoli su area pubblica sprovvisto delle autorizzazioni previste dalla legge. In particolare, l’ambulante occupava, con diverse cassette contenenti i prodotti ortofrutticoli, il manto stradale e il marciapiede in via Papa Giovanni XXIII a Bagheria. Per tale motivo, i Finanzieri hanno segnalato il venditore abusivo all’autorità cittadina ai sensi della Legge Regionale n. 18/1995 (norme riguardanti il commercio su aree pubbliche) che prevede, oltre al sequestro ai fini della confisca della merce, una sanzione pecuniaria che va da un minimo di € 154,94 ad un massimo di € 1.549,37.

 

Tutta la merce sottoposta a confisca amministrativa, essendo idonea al consumo umano, è stata devoluta in beneficienza alla comunità terapeutica “Casa dei Giovani ONLUS” nel comune di Bagheria. Da successivi accertamenti posti in essere dai Finanzieri, in sinergia e collaborazione con l’INPS, acquisendo le informazioni presenti nelle varie banche dati in uso al Corpo, è emerso che il venditore ambulante era percettore del reddito di cittadinanza. Lo stesso, pertanto, è stato segnalato all’Ufficio I.N.P.S. competente per territorio per l’irrogazione della sanzione amministrativa di decadenza del beneficio per non aver effettuato alcuna comunicazione all’INPS circa la variazione della condizione occupazionale, in violazione dell’art. 7. comma 5. del D.L. 4/2019.

Continuano, incessanti, i controlli delle Fiamme Gialle in tutta la provincia palermitana, al fine di garantire la legalità nelle fasi della commercializzazione al dettaglio, soprattutto di generi alimentari, con lo scopo di tutelare la salute dei consumatori e nel contempo salvaguardare i venditori provvisti delle prescritte autorizzazioni che operano nel rispetto della legge.





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *