Il Governo congeda Arcuri: non è più il commissario per la gestione della pandemia



Al suo posto il generale d’Armata Paolo Figliuolo.

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha congedato Domenico Arcuri. Il super commissario per la gestione della pandemia, nominato e sostenuto per circa un anno da Giuseppe Conte, è stato rimosso dal prestigioso incarico. Una notizia, arrivata nelle ore in cui si svolge il giuramento dei nuovi sottosegretari, ma che era già nell’aria da molto tempo.

Arcuri, infatti, era nel mirino di numerose componenti della maggioranza del nuovo Esecutivo, da Italia Viva alla Lega, passando per Forza Italia. Numerose erano state le grane del commissario durante la gestione della pandemia nei mesi scorsi: dalla mancanza di mascherine, al caos relativo ai tamponi, fino ad arrivare alla contestata e costosissima campagna vaccinale che sarebbe dovuta passare dalle cosiddette “primule”, strutture ad hoc mai realizzate.

“A Domenico Arcuri i ringraziamenti del governo per l’impegno e lo spirito di dedizione con cui ha svolto il compito a lui affidato in un momento di particolare emergenza per il Paese” si legge in una nota diramata direttamente da Palazzo Chigi.

Il premier Draghi ha poi provveduto alla nomina di un nuovo commissario per la gestione della pandemia. La scelta del Presidente è ricaduta sul generale d’Armata Paolo Figliuolo.





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *