La festa di Sant’Agata a Montemaggiore Belsito

Questo articolo è dedicato all’angelo montemaggiorese Nino Geraci

Condividi questo articolo



Entrano nel vivo i festeggiamenti in onore di Sant’Agata a Montemaggiore Belsito

Sant’Agata, una giovane vissuta nel III secolo viene venerata dalla chiesa cattolica come Santa, vergine e martire. Nome che raffigura nel Martirologio romano dei tempi antichissimi, nata nel 231 dopo Cristo a Catania. Il 5 febbraio a Montemaggiore Belsito si venera la sua Patrona Martire Sant’Agata: una festa fra le più importanti, portata avanti anche quest’anno grazie all’interessamento del comune e del parroco, don Tato Panzarella. La grande fede e tradizione per la Vergine Martire unisce i montemaggioresi che festeggiano con grande devozione Sant’Agata a cui è dedicata la basilica.

A lei sono affidate le chiavi del paese affinchè la protezione scenda su tutta la comunità di Montemaggiore Belsito. Dopo la messa e la tradizionale preghiera, la statua viene portata in processione per le vie del paese seguita da devote donne a piedi scalzi, a conclusione la Santa rientra in Basilica accompagnata da luminosi e colorati giochi pirotecnici. La comunità religiosa di Montemaggiore Belsito si unisce in devota preghiera affinché Sant’Agata Vergine Martire posi la sua protezione sull’ intera comunità.

I festeggiamenti in onore di Sant’Agata verranno gestiti secondo le regole Covid. Di seguito il programma.

Giuseppe Mesi





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *