Cimiteri pieni a Palermo: 700 bare in una tensostruttura 



Sono settecento le bare accatastate in una tensostruttura a Palermo, in attesa che si trovi un posto per sotterrarle definitivamente. La situazione è di emergenza: i morti non possono essere né seppelliti né cremati. Infatti, l’unico forno – ormai datato – è fermo da parecchi mesi. C’è chi, avendo la disponibilità economica, porta i propri cari defunti a Reggio Calabria o a Messina per la cremazione, tutti gli altri restano in questa struttura provvisoria in attesa di una sistemazione, ma i tempi sembrano essere davvero lunghi.

Intanto, le bare continuano ad accumularsi, da 400 di luglio a 700 di oggi  e le previsioni non affatto rosee: si prevede di superarre le 2000 bare senza sepoltura.  





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *