Coronavirus Castellana Sicula e Petralia Sottana: strade vuote e commercio in ginocchio



Corso poco vissuto anche quello di Castellana Sicula. Lo si nota soprattutto la domenica che ha sempre goduto del passeggio pomeridiano o nel vedere i sedili sotto il comune vuoti, solitamente pieno di giovani in chiacchiere. Domenica 17 gennaio, la tradizionale festa di Sant’Antonio Abate con la benedizione degli animali, una tradizione che apre la prima festa invernale e partecipata. Quest’ anno tutto ridimensionato alla messa. «Speravamo in questo 2021…ma non è che sia partito molto bene. Certo, siamo all’inizio ma già vedere questi negozi di nuovo chiusi scoraggia molto», afferma una signora ben coperta. Oggi il freddo si fa sentire in po’ ovunque. Sui monti c’è la neve e il freddo avanza con tutte le caratteristiche di stagione che qui in montagna sono tutte rese più evidenti.

Qualche raggio di sole sembra che accarezzi e consoli con un po’ di luce di speranza le penombre del Corso Paolo Agliata di Petralia Sottana dove il sabato ricorre l’appuntamento consueto del mercato settimanale, l’ultimo, poiché sarà sospeso fino all’aggiornamento del prossimo decreto «aspettiamo cosa dice Conte e se ci saranno dei miglioramenti – sono le parole di un commerciante–  il mio commercialista mi ha detto di avere pazienza ed io ne ho, ne ho avuta tanta finora, spero di avere anche la forza. Vedremo dopo il 31 che succede. Siamo qui ad aspettare…a vedere se tutto tornerà normale».

VIDEO





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *