Nucleare nelle Madonie, scoppia la polemica, Carolina Varchi (FDI): “Siti siciliani inadeguati”



«É una follia la pubblicazione della mappa Sogin nel bel mezzo di una crisi Covid non solo sanitaria ma anche economica e senza neanche un preavviso ai comuni interessati. Generare cosi’ il panico e lo sconcerto tra la popolazione poteva essere iniziativa solo di un Governo che tenta di distrarre l’opinione pubblica e che evidentemente non ha compreso le priorità.

Le modalità di pubblicazione e comunicazione su un tema così delicato, che non a caso ha gia’ richiesto molto tempo, sono un terremoto sociale ed economico grave. I ministri dello sviluppo economico e dell’ambiente devono spiegare perché il nulla osta approvato il 30 dicembre ma pubblicato solo il giorno prima dell’epifania, tempistica che non crediamo possa essere casuale.

Spiace rilevare inoltre che i siti individuati nella nostra Regione siano tutti nella parte occidentale ed in zone palesemente inidonee. Addirittura cinque di cui due nelle Madonie, due nel trapanese e uno a Butera (CL) denotano la volonta’ di destrutturare l’economia, la filiera agroalimentare e la vocazione turistica di queste zone». Lo dichiara Carolina Varchi, deputato e componente esecutivo nazionale di Fratelli d’Italia.





Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *