Natale è dentro ogni animo: a Polizzi Generosa un angolo di paradiso natalizio




 

 

AUDIO DESCRIZIONE: ⤵️ ??

 

Natale 2020 è passato. Già trascorsi i giorni in cui ci chiedevamo come sarebbe stato. Infondo, non è il giorno così importante la sua data canonica da calendario, lo è saperlo vivere ogni giorno nella sua essenzialità, in ogni piccola cosa, soprattutto dell’esserci per se stessi, nel dare,nel donare, nell’accogliere, nell’apprezzare, nel gratificare.

Comprendere valori semplici ma essenziali, metterli in pratica, professare l’affetto, la sincerità, ci unisce ogni giorno, qualsiasi sia la distanza.

Con questa consapevolezza confortiamo l’animo di chi si è sentito più solo, di coloro che hanno sentito il peso di un Natale spento,silenzioso,pieno di problematiche personali, economiche, familiari, di vario tipo. E nonostante tutto, si è andato avanti con la forza di credere di poter raggiungere qualcosa di migliore, ogni speranza ed aspettativa incompiuta ed incompleta, riponendola nel nuovo anno.

Abbandonare le mascherine, ricevere abbracci desiderati, rivedere affetti lontani, completare lavori progettati e indefiniti nell’anno trascorso, idearne dei nuovi per il 2021, dà ancora, una certa carica e voglia di investire ancora energie.

Sia nelle città,che nei paesi madoniti, si è ricercato il senso di solidarietà.

Questo ha unito e raggruppato tanti, in pensieri e sentimenti unici, condivisi soprattutto  per  ciò che si è vissuto,ciò che si è  più o meno visto direttamente e non, in relazione alla situazione Covid; agli effetti mancati,alla normalità sottratta,a tutto ciò a cui eravamo formalmente abituati ma è stato brutalmente tolto.

Lo si è notato per le strade, solitamente impegnate dal business natalizio…poche compere,poche illuminazioni, poca frenesia,supermercati non troppo affollati. È calato il silenzio. Purtroppo pochi sorrisi nella gente, occhi non molto felici, parole non moto positive. Prevalentemente il clima è stato quello della tristezza. Ma al contempo, la compostezza,la riservatezza,l’essenziale, il meditativo, sono stati riscoperti.
Lo stare assieme, il vivere momenti familiari seppur intimi,hanno avuto una certa importanza.

Addentrarsi nei vicoli di quartieri antichi,a volte,porta alla scoperta del bello, dell’inaspettato e del gioioso. È come ricoprire il calore scollegandosi per un attimo dalla freddezza attuale,sentire una speranza che si fa scoprire ed attendere al passare,un  promemoria quindi che ricorda che la bellezza,la normalità possono ritornare.

Questa è la sensazione che si prova. A Polizzi,sulle Madonie,  è avvenuto proprio questo, questa magia ha avuto il suo effetto ed è stata messa in pratica. È stato fatto comprendere che i valori vanno sentiti sempre e comunque nonostante le avversità. Il tepore al cuore vive in ciò che ci è stato tramandato, vive in noi e possiamo trasmettere agli altri un clima di piacevolezza anche se fuori è tutto fermo. Un messaggio che viene così fatto passare attraverso il realizzare qualcosa di personale, ma infondo messo a disposizione di chi.lo.scopre,anche casualmente.

In un angolo di Polizzi Generosa, infatti,in via Cirillo,in una deliziosa stradina,nei pressi della chiesa di San San Gandolfo, è possibile trovare anzi,meglio dire scoprire,un paradiso natalizio che ristora, che conforta, ed allo stesso tempo delizia invitando a soffermarsi,al richiamo delle luci che quasi invitanooltre che attirano alla sosta,successivamente allo stupore di scoperta nel buio della fitta nebbia che porta anche alla  meditazione. Possibile così casualmente imbattersi in questo vicolo ,scovare un’abitazione privata che sembra scollegarsi dalla nostra realtà conduce in un piccolo mondo di ricordi, ed allo stesso tempo in un paese nordico,o in una vetrina da collezione. Tante le sensazioni che possono essere pertanto suscitate alla vista, al primo impatto immediato.

Il cuore della signora Maria Teresa Aiosa,la proprietaria, è pieno di amore, di tradizione e soprattutto di speranza nel credere che bisogna andare avanti, occorre sperare in ciò che può cambiare, migliorare anche nel difficile. Nel proprio silenzio, negli spazi della propria abitazione, ognuno di noi può dare un proprio messaggio di speranza, un incoraggiamento a non demordere ed a credere nonostante tutto nei miracoli, nel domani, che possa essere migliore offrendo ancora delle opportunità dopo ogni tempesta.

Infondo,bisogna saper accendere ciò che si sente e tirare fuori il meglio che si ha all’interno di se stessi in ogni circostanza senza tenere nulla nascosto, offrendo il meglio a tutti, anche a chi non si conosce. È solidarietà anche questa ed amore verso il prossimo, oltre che ad grande senso generosità.

 

Dai versi della mia poesia Natale 2020:

…” Natale è sempre
quella speranza
che non muore
e che ogni anno
si accende…

…Non è il Natale ad essere diverso
ma come la gente
si prepara
ad accoglierlo
nel proprio cuore.

Questa è la differenza: nel sentire.

Nella predisposizione di fare entrare
nella propria abitazione
la giusta e vera atmosfera,
quella dell’amore.

Natale non è nell’aria,
ma dentro di noi”.

Matilde La Placa

Il video:

IMG-20201228-WA0093

Immagine 1 di 10


RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Himeralive.it





Scritto da:

Condividi questo articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi alla redazione!